09/08/2019

Pillola, usala bene anche in ferie

Maura Prianti
A cura di Maura Prianti
Pubblicato il Aggiornato il 09/08/2019

I consigli della Società italiana di contraccezione per prendere la pillola anticoncezionale in modo corretto quando sei in vacanza

Young loving couple taking a selfie with mobile phone on the beach in summer day while man is kissing his girlfriend in the cheek.

Sei al mare e hai consosciuto lui? In vacanza non sei la sola a fare più spesso sesso. Per questo è ancora più importante proteggersi per evitare gravidanze indesiderate. Se sei abituata a prendere la pillola, ecco i consigli della dottoressa Manuela Farris, ginecologa e membro della Società italiana di  Contraccezione (Sic), per adoperare questo anticoncezionale in sicurezza, anche quando le temperature rendono davvero bollente l’atmosfera… non solo sotto l’ombrellone!

  1. Non smettere di prenderla proprio al mare!
    In passato i ginecologi consigliavano di sospendere la pillola almeno ogni due anni, per “far riattivare le ovaie”. Oggi, con le nuove formulazioni questo stop non è più necessario. Quindi, a meno che non sia il medico per motivi specifici a importelo, niente pause, tanto meno sotto l’ombrellone.
  2. Non lasciarla sotto il sole!
    Come per i profilattici, anche la pillola può rovinarsi se viene lasciata al caldo e sotto i raggi solari: anche se è conservata in una borsa la temperatura eccessiva potrebbe alterare la capacità contraccettiva del farmaco.
  3. In aereo portala nel bagaglio a mano
    Se la pillola finisce in stiva rischia di danneggiarsi, perché lì ci sono sbalzi di temperatura che potrebbero renderla meno efficace.
  4. Tieni conto del jet lag
    È meglio prendere la pillola sempre alla stessa ora, ma se fai un volo intercontinentale è importante non dimenticarsi del jet lag e aggiornare l’orario in cui ricorri all’anticoncezionale. Per esempio, se a casa assumi la compressa alle 20, e il fuso del luogo dove sei in vacanza è di 3 ore superiore, prendi la pillola alle 23, per tutto il periodo in cui ti trovi all’estero. Se, però, ti capita di sbagliare orario niente panico: “Gli estroprogestinici contenuti nelle pillole di ultima generazione hanno una lunga durata in grado di bloccare l’ovulazione fino a 48 ore. Il metodo contraccettivo non viene compromesso entro tale limite di errore” chiarisce la dottoressa Farris.