12/04/2019

L’ananas brucia i grassi? Proprio no!

Dottoressa Chiara Boscaro Pubblicato il Aggiornato il 12/04/2019

Ci sono tanti falsi miti che riguardano la possibilità di dimagrire bypassando l'unica strategia che lo consente: mangiare in modo corretto e fare attività fisica. Meglio non crederci.

Una domanda di: Manuela
Cara dottoressa,
c’è del vero nell’idea che l’ananas bruci i grassi? E nel succo di limone che preso al mattino fa dimagrire? Se ne sentono tante ma io mangio ananas e bevo succo di limone ogni giorno da tre anni ma sono sempre in sovrappeso. Mi aiuti a fare chiarezza…lei si chiama Chiara!
Dottoressa Chiara Boscaro
Dottoressa Chiara Boscaro

Gentile Manuela,
quelli che Lei cita sono classici “falsi miti”. La bromelina è un enzima contenuto nel gambo dell’ananas che favorisce la digestione delle proteine, ma il frutto in sé non fa dimagrire e non brucia i grassi. L’azione della bromelina è diuretica e antinfiammatoria ma i chili di troppo si smaltiscono solo con una dieta bilanciata e una quotidiana attività fisica. L’ananas si può invece consumare come spuntino in quanto idrata l’organismo e contiene molte vitamine e ha poche calorie (40 kcal per 100g). Va detto che, l’acqua e il limone assunti al mattino potrebbero essere addirittura dannosi in quanto, soprattutto a digiuno, possono favorire gastriti, esofagiti e danneggiare lo smalto dei denti (per ovviare a questo è raccomandabile bere con la cannuccia in modo da limitare il contatto con lo smalto dei denti). L’acido citrico contenuto non ha proprietà alcalinizzanti, non disintossica né drena i liquidi del nostro organismo. E’ molto meglio consumare una buona spremuta d’arancia non zuccherata, occasionalmente, in alternativa a un frutto. Cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.


Scrivi a: Dottoressa Chiara Boscaro