12/03/2019

Dubbi sulla tiroidite di Hashimoto

Professor Livio Luzi Pubblicato il Aggiornato il 12/03/2019

Se controllata in modo adeguato, la tiroidite di Hashimoto non interferisce sulla possibilità di avere figli e non aumenta il rischio di sviluppare malattie.

Una domanda di: Marinella
Ho 21 anni e mi è stata fatta diagnosi di tiroidite di Hashimoto. sono davvero sconcertata e temo che la mia vita cambierà radicalmente. Per prima cosa le chiedo se secondo lei potrò comunque avere figli? Che conseguenze ha questa malattia sulla vita di tutti i giorni? E’ vero che è più facile ammalarsi? Per finire è una malattia ereditaria, cioè se mai avessi un figlio gliela trasmetterei? Un’ultima domanda (e mi scusi se la considera sciocca). Io ho la dermatite atopica da quando ero una bambina ho cioè eczemi che vanno e vengono e che si localizzano soprattutto su un polpaccio. C’è relazione tra le due malattie? Grazie infinite.
Professor Livio Luzi
Professor Livio Luzi

Gentile Signora,
le rispondo punto per punto: sicuramente potrà avere normalmente dei figli. Dovrà solo prestare particolare attenzione al controllo della funzione tiroidea subito prima e durante il primo trimestre di gravidanza per evitare problemi al bambino. Questo in genere viene fatto di routine dai ginecologi con l’ausilio dell’endocrinologo; la tiroidite di Hashimoto non impatta assolutamente sulla qualità della vita fatta salva la necessità di assumere regolarmente la terapia e di effettuare una media di due controlli annuali dall’endocrinologo; se la tiroidite è ben curata (come in genere avviene con l’assunzione di levotiroxina, l’ormone tiroideo) non è descritta una maggiore probabilità di sviluppare patologie; non è una malattia ereditaria anche se esiste una familiarità nella trasmissione. Cioè se i genitori hanno la tiroidite di Hashimoto aumenta la probabilità (solo la probabilità) che i figli vadano incontro allo stesso problema. Tenga presente che è 2-3 volte più frequente nel sesso femminile. Per finire, non ci dovrebbe essere alcuna relazione a meno che la dermatite atopica non sia su base autoimmunitaria. Questo perché, la tiroidite di Hashimoto rientra nel gruppo delle patologie autoimmuni. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.


Scrivi a: Professor Livio Luzi