Che esami per sapere se si è in menopausa?

Professor Vincenzo Toscano Pubblicato il Aggiornato il 14/02/2019

Il dosaggio nel sangue di specifici ormoni rivela con assoluta sicurezza se l'attività delle ovaie è cessata definitivamente.

Una domanda di: Nadia
Gentile dottore,
ho 45 anni e da qualche mese non mi tornano le mestruazioni. Mi hanno detto che esistono esami del sangue che dicono con certezza se la menopausa è iniziata. Mi può dire quali sono? Può prescriverli anche il medico di base?
Professor Vincenzo Toscano
Professor Vincenzo Toscano

Gentile signora Nadia,
la donna nasce con un patrimonio di ovociti il cui numero varia da donna a donna. Già nei primi anni di vita è fisiologico, cioè normale, che una parte di questo patrimonio vada perduta, dopodiché nell’arco della vita fertile il patrimonio continua ad diminuire. Si considera normale una menopausa (cessazione definitiva dell’attività delle ovaie) che compare dopo i 45 anni. Tuttavia dobbiamo considerare che la menopusa è preceduta da una fase detta appunto “di premenopausa” in cui i cicli non sono più ovulatori, cioè mese dopo mese, tra una mestruazione e l’altra non avviene l’ovulazione, quindi nell’organismo si verifica una diminuzione degli estrogeni da cui derivano varie modificazioni che investono anche gli altri ormoni implicati nella fertilità (per esempio l’ormone follicolostimolante). Quello che deve verificare, per sapere se è entrata in menopausa è il livello nel sangue di questi tre ormoni: FSH, E2; AMH. Gli esami del sangue indicati possono essere prescritti anche dal medico di base, tuttavia un controllo dal ginecologo in questa fase della vita è fondamentale anche per avere consigli su come comportarsi per affrontarela al meglio. Serve cioè qualcosina in più di un semplice “sì” o “no” rispetto alal domanda: sono in menopausa?

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.


Scrivi a: Professor Vincenzo Toscano