03/06/2020

Coronavirus: quali farmaci funzionano

Maura Prianti
A cura di Maura Prianti
Pubblicato il 03/06/2020 Aggiornato il 03/06/2020

Sono trascorsi più di tre mesi dall’inizio dell’epidemia dovuta al nuovo Coronavirus, tre mesi durante i quali i medici hanno utilizzato varie cure per trattare le persone colpite dal Covid-19. Quali funzionano di più?

Cornavirus speciale

A oggi, non esiste alcun farmaco autorizzato in maniera specifica per la cura del Covid-19. Poiché il nuovo Coronavirus provoca una malattia nuova, quando sono stati identificati i primi casi, la comunità scientifica non aveva a disposizione una cura mirata.

  • Tuttavia, fin dalle prime settimane, sono partite molte ricerche volte a studiare nuove molecole o ad accertare l’efficacia di molecole già esistenti anche contro il nuovo Coronavirus. Al momento non si hanno certezze: servirà del tempo prima che vengano approvati medicinali con l’indicazione specifica per l’infezione da Sars-CoV-2.

Non si può dire con certezza quali farmaci funzionano meglio

I risultati ottenuti in questi mesi stanno aiutando a capire quali sono le molecole più promettenti, ma ancora non si è trovata la cura contro il Coronavirus.

  • Non ci sono linee guida né protocolli standardizzati per il trattamento dei pazienti: ciascuna struttura ospedaliera decide come agire a seconda dei casi e delle sue risorse.
  • La malattia è estremamente variabile: quando una persona migliora o peggiora non si può dire se è grazie alle cure impiegate o a causa dell’andamento dell’infezione. Pertanto, servono ancora molti studi su casistiche più ampie.

Sono stati fatti tanti tentativi

Da quando è scoppiata la pandemia a oggi, i medici hanno potuto percorrere una sola strada: usare farmaci già esistenti, provare cioè a utilizzare medicinali già approvati o in via di sperimentazione per altre malattie nella speranza che servissero anche per trattare le persone colpite da Covid-19.

  • La scelta di quali farmaci utilizzare non è stata casuale, ma sempre dettata da un razionale scientifico: sono state impiegate molecole che avevano meccanismi d’azione potenzialmente utili a contrastare alcuni aspetti tipici della nuova infezione.

La soluzione migliore… fino a oggi

I medici hanno scoperto che l’infezione attraversa tre fasi caratteristiche. Allo stato attuale, l’approccio migliore per curare il Covid-19 consiste nell’utilizzare classi di farmaci differenti a seconda della fase in cui viene scoperta l’infezione.

  • Ciascuna di queste classi comprende un numero elevatissimo di molecole e al momento sono in corso test su centinaia di queste. Non è detto, dunque, che ciò che sembra aver funzionato meglio fino a oggi funzionerà meglio anche in futuro!

 

Il testo completo è in edicola su Viversani & belli, con le risposte dei nostri esperti e i consigli per superare al meglio questo momento.