16/03/2021

Un sorriso bling bling come quello di Giulia De Lellis

Alberta Mascherpa Pubblicato il 16/03/2021 Aggiornato il 17/03/2021

Una dentatura smagliante è il tratto distintivo di molte star e il sogno di moltissime donne. Il dentista estetico può aiutare

Giulia De Lellis sorriso

Da Angelina Jolie a Jennifer Lopez passando per le “nostrane” Michelle Hunziker e Giulia De Lellis. Un sorriso splendente è la carta vincente non solo per essere glamour ma anche per procedere sicure nella vita come nel lavoro.

Non è un caso infatti che tra le parole più cercate su Google ci siano proprio “denti da vip”, “sorriso da star”, “faccette dentali Belen” a testimonianza che la mascherina, pur coprendo la bocca, non ha certo tolto la voglia di sorridere in modo aperto.

«Cosa che purtroppo molte donne non fanno proprio per la paura di mostrare una dentatura imperfetta che non solo toglie fascino ma mina in profondità il benessere psicologico, porta a isolarsi, aumenta il rischio di depressione e persino di declino cognitivo» afferma il dottor Marco Chiellini, fondatore dell’unico studio dentistico italiano dedicato esclusivamente al sorriso femminile.

Un ottimo biglietto da visita

La conferma arriva da una ricerca condotta dall’Università del Minnesota e pubblicata sulla rivista Plos One secondo la quale le persone con un sorriso esteticamente gradevole sono considerate mediamente più attraenti e prese maggiormente in considerazione dagli altri, sia nella vita sociale, sia in quella lavorativa. E che le donne aspirino sempre più a un sorriso smagliante è confermato da un’indagine di Snyffo Pioneers Marketing Automatic che evidenzia anche un cambiamento culturale nei confronti del dentista, visto fino a poco tempo fa solamente come il medico delle carie.

Il medico del sorriso

Si va quindi verso un nuovo concetto di dentista, sempre più medico estetico. «In Italia siamo partiti un po’ in ritardo rispetto agli Stati Uniti: da noi infatti abbiamo sempre guardato più all’aspetto della cura, per altro importantissima, che dell’estetica» commenta l’esperto. «Gli americani, che hanno il mito della clean face negli affari, sanno che per fare business ci vogliono denti bianchi e scarpe lucide e pulite: è facile quindi che negli States vengano richieste faccette in ceramica per migliorare il sorriso, mentre in Italia ancora se ne parla molto poco. In molti non conoscono il tipo di intervento, pensano che siano simili alle unghie con copertura in gel, da rifare ogni 15 giorni».

Più belle, più sicure

«Le donne sono soggette a un deterioramento dentale più rapido rispetto agli uomini e vanno quindi seguite maggiormente da questo punto di vista» continua l’esperto. «Per di più si prendono più cura di se stesse e il loro sorriso deve quindi essere all’altezza della loro immagine: migliorarlo spesso vuole dire non solo vedersi meglio allo specchio ma cambiare lasciandosi alle spalle un periodo infelice oppure un’esperienza negativa» conclude l’esperto.