Medicina estetica: ritocchi last minute

Redazione Pubblicato il Aggiornato il 05/07/2018

Non tutto è vietato durante l’estate. Ecco i piccoli ritocchi da programmare prima di partire per le vacanze

ritocchi

Sbagliato pensare che tra la medicina estetica e il sole non ci sia feeling. In realtà sono molti i trattamenti a cui ci si può sottoporre anche durante l’estate e che rappresentano una soluzione perfetta per essere al top in previsione delle vacanze.

Ecco allora i suggerimenti del dottor Giuseppe Sito, chirurgo estetico a Napoli, Torino e Milano.

  • La biorivitalizzazione: si possono fare le classiche punturine con cocktail rigeneranti sempre più efficaci che all’acido ialuronico combinano vitamine e sostanze ad azione antiossidante. In alternativa se il tempo stringe prima della partenza si può optare per i fili ma non di trazione bensì i cosiddetti fili in PDO (i fili lisci) che messi d’estate rinfrescano il viso con un’efficacia trattante che dura fino ad ottobre-novembre. Ne bastano 10-20 che vengono inseriti come se si facessero delle punture; al termine del trattamento possono comparire degli ematomi che sono comunque rari e si possono facilmente coprire con il trucco.
  • Il PRP: si fa un prelievo in studio per avere a disposizione una piccola quantità di sangue dal quale per centrifugazione si ottiene un plasma ricco di piastrine che opportunamente trattato diventa uno straordinario rivitalizzante per la pelle. Iniettato con microsiringhe sul viso regala un potente effetto di rigenerazione che rende la cute più forte, vitale e fresca con un risultato che si mantiene per circa 4-5 mesi.
  • Il botulino: il suo effetto distensivo dura attorno ai quattro mesi e mezzo. Programmare la seduta a inizio luglio permette di avere un viso fresco fino a Natale.
  • I filler: si possono tranquillamente fare in questa stagione perché il sole non “consuma” l’acido ialuronico più in fretta del solito come a volte si pensa. Danno un aspetto fresco, più pieno e più riposato riempiendo le piccole rughe e regalando volume dove serve come ad esempio nella linea mandibolare che tende a perdere definizione con il tempo.
  • La radiofrequenza: 3-4 sedute e il viso conquista un aspetto liftato verso l’alto. Non ci sono problemi di esposizione al sole anche se come sempre si consiglia l’uso di un solare adatto al proprio fototipo.