26/09/2021

Digital ageing: si combatte così

Simona Lovati
A cura di Simona Lovati
Pubblicato il 26/09/2021 Aggiornato il 26/09/2021

Sono smart, ci semplificano la vita ma possono lasciare il segno. Scopri come prevenire le rughe “da tecnologia”

Digital ageing

Gli esperti lo chiamano digital ageing, un neologismo che designa nuove forme di invecchiamento cutaneo dovuto all’esposizione alla luce blu (blue light) emessa dai nostri device elettronici, che peggiora la qualità della pelle, specie quella delicata del contorno occhi. Non solo.

Guardare per molte ore lo schermo di smartphone & co. oltre che per lavoro anche nel tempo libero – si stima una media di più di due ore al giorno – ci spinge a tenere spesso la testa piegata verso il basso, una posizione che accentua le rughe del collo.

Statiche o di movimento

Un distinguo è d’obbligo. «I segni del tempo high tech sono di due tipologie. Da un lato ci sono le rughe dinamiche da corrugamento dell’occhio e della glabella (sulla fronte) dovute alla contrazione mimica dei muscoli quando si cerca di concentrarsi o di vedere meglio» spiega la dottoressa Magda Belmontesi, dermatologo a Milano e Vigevano (PV). «Dall’altro abbiamo le rughe favorite dalla postura come quelle ad anello sul collo (la collana di Vedere), oppure le pieghe trasversali sulla guancia o tra contorno mandibolare e collo accentuate dal tenere lo smartphone tra spalla e orecchio quando siamo in “modalità multitasking».

Mission: prevenzione

Per evitare la formazione di queste rughe occorre giocare d’anticipo.

Sul contorno occhi è d’obbligo applicare mattino e sera un cosmetico specifico che contenga precursori di acido ialuronico, collagene, amminoacidi per favorire l’effetto repulp della cute molto sottile in questa zona. Si applica picchiettando delicatamente prima sulla palpebra e poi verso l’esterno, senza dimenticare di stenderlo sulle zampe di gallina. Come soluzione express si possono utilizzare maschere e gel ad azione lenitiva da conservare in frigorifero, per decongestionare e contrastare eventuali gonfiori.

Collo, décolleté e contorno mandibolare hanno bisogno di skincare a base di sostanze di sostegno come peptidi, collagene, elastina, coenzima Q10, da applicare con un massaggio dal basso verso l’alto per contrastare l’effetto della forza di gravità e stimolare la tonicità dei tessuti. Per sciogliere le contratture, possiamo eseguire delle semplici rotazioni e distensioni di collo e spalle.

L’aiuto in più

Oltre ad indossare sempre le lenti correttive per chi ne ha bisogno quando si fissa per tante ore uno screen, oggi in commercio sono disponibili speciali occhiali con lenti polarizzate che eliminano il riflesso della luce blu per evitare di strizzare gli occhi.

Attenzione alla postura. Quando lavoriamo al PC, lo schienale della sedia deve essere rigido e la scrivania a un’altezza adeguata in base alla nostra statura (in media 74 centimetri). Vietato stare curve.