04/06/2021

Abbronzatura: comincia a preparare la pelle al sole

Alberta Mascherpa Pubblicato il 04/06/2021 Aggiornato il 06/06/2021

L’ora X è scattata: i raggi cominciano ad essere intensi e occorre una strategia preventiva che argini i danni e favorisca la tintarella

a bronzatura- preparazione

Basta fare una gita fuori porta ma anche una semplice passeggiata in città per accorgersi che il sole comincia a scottare davvero.

Anche se il momento (tanto atteso) in cui si stenderà sulla spiaggia o sul verde di un prato montano è ancora lontano, è bene cominciare a preparare la pelle.

Perché sia pronta a ricevere i raggi e si colori velocemente, senza danni servono 6 step.

1) Programma lo scrub

Una pelle levigata e compatta si colora con una tintarella uniforme e luminosa che dura per tutta una lunga estate. Via quindi con lo scrub in una formula dolce, con granuli piccoli e una base preferibilmente oleosa in modo che porti via le cellule morte, levighi e al tempo stesso nutra per dare elastica compattezza. Puoi farlo una volta la settimana, anche due sui punti più spessi e ruvidi del corpo.

2) Abbonda con l’idratante

Sempre nell’ottica di ammorbidire la pelle, idratazione e nutrimento diventano essenziali. Mai dimenticare quindi creme e oli da applicare generosamente su tutto il corpo dopo la doccia. Volendo puoi anche fare un impacco scaldando leggermente l’olio, massaggiandolo su tutto il corpo e avvolgendoti per qualche minuto in un telo scaldato al sole.

3) Usa un preparatore solare

Il preparatore solare un cosmetico ah hoc formulato con sostanze come la tirosina in grado di far affiorare più velocemente la melanina prodotta negli strati profondi della cute. Un processo che richiede in genere non meno di 48 ore; ecco perché non puoi mai pretendere di abbronzarti in un giorno: il rischio è solo quello di scottarti mettendo in serio pericolo la pelle.

4) Rafforza le difese con gli antiossidanti

Perché la pelle reagisca bene al sole occorre rafforzarne le difese con un apporto extra di sostanze antiossidanti capaci di arginare i danni dei radicali liberi prodotti durante l’esposizione e responsabili dell’invecchiare rapido della cute. Per il viso quindi meglio sostituire il consueto trattamento giorno/notte con una formula ricca in vitamina E, resveratrolo, flavonoidi, acido lipolico, coenzima Q10 che potenziano lo scudo antiossidante protettivo.

5) Prendi un integratore

La pelle si può rafforzare anche dall’interno assumendo almeno un mese prima dell’esposizione e per tutto il tempo in cui si sta al sole un integratore specifico con sostanze che da un lato proteggono e dall’altro stimolano la tintarella. Importante anche bere molto, i canonici due litri di acqua al giorno, per preservare l’idratazione della cute.

6) A tavola scegli l’arancio

Frutta e verdura di colore giallo e arancio aiutano a fare un pieno di betacarotene, sostanza naturale che stimola la melanina. Non dimenticarti però anche di carne e parmigiano, legumi e frutti di mare, uova e semi oleosi che apportano tirosina, un aminoacido indispensabile per la colorazione della pelle.