Un cucciolo per Natale? 10 regole per non sbagliare

Roberta Camisasca Pubblicato il Aggiornato il 11/01/2019

Se a casa nelle feste arriva un gattino o cagnolino l'importante è farlo stare bene. Con piccoli trucchi che lo tranquillizzano

cucciolo natale

Natale è il momento ideale per accogliere a casa un cucciolo di cane o gatto. Ma non bastano le coccole a farlo felice: è bene sapere come accudirlo e risolvere le situazioni più comuni nelle prime settimane. Per avere i consigli  più utili abbiamo sentito Sergio Bottino, coordinatore servizi extra-veterinari di Ca’ Zampa, gruppo di cliniche veterinarie integrate.

Un amico per sempre: un “pet”, micio o cagnolino che sia, è questo! Ecco come accoglierlo al meglio nella sua nuova casa

Dalla cuccia alla pappa: così lo fai felice in 10 step

Il cibo giusto, un giochino, una cuccia accogliente. Per vivere in armonia con un pet, fin dal primo giorno, servono alcune semplici, ma irrinunciabili, cose.

1.Valutate bene prima di decidere. Le razze possiedono peculiarità non solo estetiche: nella scelta, fatevi consigliare da un esperto in comportamento animale.

2.Accertatevi della sua provenienza. L’animale che deve avere almeno 60 giorni di vita, microchip (facoltativo nel gatto), certificato di buona salute e vaccinazioni.

3.Disponete la casa a misura di pet. Deve prevedere spazi idonei, cuccia, ciotola dell’acqua e del cibo e, per il cane, guinzaglio, collare e museruola. Per i gatti: lettiere, cuccette, posti di osservazione e tiragraffi ben posizionati.

4.Nutritelo bene. Il cibo va somministrato 3 volte al giorno. Acquistate prodotti specifici, che abbiano come primo ingrediente una fonte proteica animale.

5.Scegliete i giochi giusti. Non dimenticate piccoli premi per facilitare la dentizione. Evitate prodotti in plastica e materiali duri, taglienti e lesivi dell’apparato digerente.

6.Allestite la cuccia. Se posizionata fuori, deve essere al coperto dal sole e riparata in inverno. Sceglietela grande e comoda, dentro sistemate una ciotola d’acqua e il cibo, così che il cucciolo la veda come una zona di confort.

7.Mostrategli la sua casa. Se la cuccia viene messa dentro casa, scegliete una zona accessibile. Il cucciolo deve essere invitato a entrare, facendolo coricare e godersi le coccole. Mettete dentro un ossicino da rosicchiare per stimolare l’attività masticatoria.

8.Abituatelo a dormire da solo. Fin da subito va lasciato in un ambiente conosciuto, con la cuccia e la ciotola dell’acqua. Se si lamenta per la vostra assenza ignoratelo e fate in modo di rientrare solo quando si calma e si “rassegna“.

9.Garantitegli uscite frequenti. Uscite almeno 5/6 volte al giorno: gli assicurerete la possibilità di sporcare fuori, giocando in aree verdi che presto identificherà come suo territorio.

10.Educatelo a fare i suoi bisogni. Normalmente li deve fare subito dopo il pasto. Imparate a cogliere i segnali di irrequietezza quando deve sporcare: è agitato, inquieto, annusa a terra. Crescendo, imparerà a trattenersi.