07/12/2017

Stress addio, con una lista ti organizzi meglio

Ansia per le tante cose da fare? Stendi una lista, o meglio più di una, e tutto diventerà più semplice e veloce
liste

Ci si può affidare a carta e penna oppure per le più tecnologiche alle app. Quello che conta però è fare una lista, delle cose da mettere in valigia, della spesa da comprare e di quello che si deve buttare. Ma soprattutto di quello che si deve fare durante la giornata.

Stendere un elenco, o meglio tanti elenchi, rappresenta infatti uno dei modi più semplici per organizzare al meglio la propria vita, guadagnando non solo tempo ma anche fiducia in se stesse e nelle proprie capacità.

Così si allentano l’ansia per le troppe cose da fare e ci si regala a fine giornata quel profondo senso di soddisfazione e di compimento che nasce nel veder depennate tutte le voci riportate nella lista.

Così si tiene a freno l’ansia da prestazione

Del resto, lo spiegano bene gli psicologi, stendere un elenco significa mettere in ordine le idee e rendere concreti i pensieri, due passi fondamentali per indirizzare al meglio le proprie forze evitando il sovraccarico di pensieri che spesso blocca l’azione.

Ma attenzione: perché le liste funzionino vanno fatte a dovere. Innanzitutto tenendo ben conto del tempo che occorre per svolgere un’attività: inutile fare un elenco interminabile di compiti quando realisticamente non ci sono le ore necessarie per svolgerli.

Come fare la “to do list”

L’ideale sarebbe seguire la regola dell’1-3-5 ovvero programmare ogni giorno un compito principale da portare a termine, tre compiti di media entità e cinque compiti minori, sia per importanza che per tempo che occorre per realizzarli.

La to do list, come la chiamano gli americani, non è infatti come una lista della spesa: va stesa con un senso logico, stabilendo delle priorità e soprattutto rispettando le proprie abitudini e i propri ritmi. Il primo compito della lista dovrebbe essere in genere il più complicato in modo che risolto questo il resto della giornata scorra più fluido. Naturalmente la lista va fatta ma anche consultata durante il giorno: se ci si limita a scriverla e poi la si dimentica non serve davvero a nulla.

Qualche compito continua ad essere rimandato? Significa che non è poi così importante e che lo si può definitivamente eliminare dalla prossima lista.

Quick tip

Buona idea può essere anche quella di creare una lista delle cose da non fare in modo da evitare tutti quei compiti che portano via tempo e non danno frutti.