16/01/2022

Blue Monday, ecco come affrontarlo al meglio

Alberta Mascherpa Pubblicato il 16/01/2022 Aggiornato il 16/01/2022

Partire la sera prima è la soluzione migliore per non lasciarsi travolgere dal giorno più malinconico dell’anno. I consigli dell’esperta

Blue Monday

Cade nel mezzo del mese più freddo dell’anno e quest’anno per di più è funestato da notizie non proprio rassicuranti sulla pandemia.

Il Blue Monday, per il 2022 il 17 di gennaio, viene considerato il giorno più malinconico dell’anno nel quale stanchezza e malumore sembrano essere in agguato più che negli altri 364.

Per affrontarlo al meglio serve una tattica che inizia già dalla sera prima. «Un sonno rigenerante è fondamentale per il benessere della giorno, sempre e in modo particolare per non lasciarsi travolgere dalla negatività del Blue Monday» commenta la dottoressa Verena Senn, neurobiologa e responsabile della ricerca sul sonno di Emma – The Sleep Company. «Durante la notte, infatti, il cervello lavora instancabilmente per elaborare le informazioni raccolte, attivando e potenziando il sistema immunitario e producendo ormoni vitali che assicurano al corpo e alla mente l’energia necessaria per vivere al meglio il giorno successivo».

Il giorno parte dalla sera prima

«Il sonno si può considerare come la spina dorsale di quella che si definisce la resilienza psicologica proprio perché aiuta a gestire le esperienze quotidiane e modula l’umore» continua l’esperta. «Per questo le persone che dormono a sufficienza sono più equilibrate emotivamente, hanno un umore migliore, sono più calme e mostrano maggior motivazione e impegno. Al contrario dormire poco e male rende più difficile affrontare lo stress e la complessità della vita quotidiana e può causare disturbi a livello psichico come depressione e ansia» conclude l’esperta. Ecco allora i suoi consigli per prepararsi con anticipo al lunedì nero senza esserne travolte.

Stop alla malinconia in 5 mosse

Imposta la tua personale routine di sonno

È bene andare a dormire all’ora giusta che si può facilmente calcolare partendo dall’orario della sveglia mattutina e contando 7-9 ore all’indietro. In questo modo, senza stress, ognuno può definire il proprio tempo ottimale di riposo.

Preparati una bevanda calda

Bere una tazza di tè verde (ha poca caffeina rispetto al nero) o un infuso prima di addormentarsi può essere un piccolo gesto da integrare nella propria routine per assicurarsi sonni tranquilli. Tra le bevande più efficaci ci sono quelle con valeriana, camomilla, melissa e passiflora, ma anche quelle meno comuni ma altrettanto efficaci a base di tiglio, lavanda e corteccia di magnolia.

Regalati un bagno

Abbandonarsi per una decina di minuti in vasca rilassa il fisico e la mente e può migliorare la qualità del sonno. Meglio ancora se all’acqua si aggiungono bagnoschiuma, sali da bagno o essenze di lavanda, arancio dolce, ylang ylang dal forte potere calmante.

Leggi un libro

In genere bastano poche pagine per accompagnare l’addormentamento; durante la lettura, infatti, il cervello lavora sodo e i muscoli degli occhi si stancano in poco tempo aprendo le braccia a Morfeo.

Crea un ambiente confortevole

Rendere la stanza da letto quanto più accogliente possibile con l’aiuto di candele, aromi, spray per cuscini, accessori per la biancheria da letto e cuscini di qualità, aiuta ad addormentarsi bene.