08/02/2020

Coppia: come vivere per sempre felici e contenti

Veronica Colella Pubblicato il 08/02/2020 Aggiornato il 08/02/2020
coppia felice

La fase della luna di miele, quella in cui si sentono le farfalle nello stomaco e sembra tutto perfetto, non dura per sempre. Con il passare degli anni la routine quotidiana può effettivamente far sentire meno innamorati, perché mistero e passione sono stati sostituiti dalla familiarità.

Il segreto per costruire una vita di coppia che sappia resistere alla sfida del tempo, secondo gli esperti, è non affidarsi solo alla forza dell’amore, rivalutando impegno e reciprocità.

La competenza romantica

Alain de Botton sostiene che la ricetta per un matrimonio o una convivenza duratura stia nell’abbracciare un certo stoicismo. Siccome la perfezione non fa parte della natura umana, tutte le illusioni romantiche sono destinate ad infrangersi con il tempo. La tentazione di lasciarsi e ricominciare da capo con qualcun altro può iniziare a farsi sentire, ma nella maggior parte dei casi il problema si ripresenterebbe puntuale dopo qualche anno. Molto meglio imparare ad accogliere crisi e difetti con umorismo e gentilezza, rassegnandoci al fatto che siamo destinati a sposare la persona sbagliata. La psicologa clinica Joanne Davila offre invece una prospettiva più consolante: amarsi come il primo giorno si può, a patto di sviluppare le abilità necessarie per garantire la sopravvivenza di intimità e fiducia all’interno della coppia. La “competenza romantica” conquistata grazie a queste capacità, sostiene l’esperta, non è solo una risorsa per affrontare piccole e grandi crisi, ma anche un prezioso strumento per le single alla ricerca della persona giusta (che invece esiste) o per riconoscere i segnali di una relazione tossica, da cui sarebbe meglio allontanarsi.

Le tre abilità irrinunciabili

Non tutte le coppie sono uguali. C’è chi ha la fortuna di condividere passioni, esigenze e preferenze e chi dovrà lavorare per conciliare gli opposti: in ogni caso, sostiene la dottoressa Davila, le ricerche sul benessere della coppia hanno svelato che esiste un minimo comune denominatore per le relazioni sane. Si tratta di tre abilità da impiegare per sentirsi sempre alleati e mai nemici.

  1. Consapevolezza. Il lato positivo delle relazioni molto lunghe è che si impara a capirsi senza bisogno di parole. Se si litiga per delle sciocchezze non è tanto perché le reazioni e i pensieri dell’altro siano imperscrutabili, ma perché stress e stanchezza della vita quotidiana ci portano a essere volutamente sbadati. Per questo trattenersi dal fare qualcosa che sappiamo essere molto irritante oppure ricordarsi le piccole gentilezze che fanno sentire una persona importante sono fondamentali per la longevità del rapporto.
  2. Reciprocità. Queste piccole attenzioni funzionano solo se non sono a senso unico. Comunicare in maniera chiara e diretta le proprie esigenze, spiega Davila, è il modo migliore per non sentirsi trascurati e per prendere decisioni che rispettino i desideri di entrambi. Rendersi sempre disponibili al dialogo e al chiarimento può richiedere respiri profondi e un po’ di calma zen, ma a lungo termine si rivela la strategia vincente.
  3. Controllo delle emozioni. Tenere saldamente le redini delle proprie reazioni emotive è un’abilità che aiuta in tutte le relazioni, romantiche e platoniche. Non significa imporsi di essere dei robot eternamente sorridenti, ma solo saper affrontare le emozioni più intense – come ansia, stress, paura e rabbia – senza che prendano il sopravvento, disinnescando i drammi quotidiani prima che diventino troppo seri.