28/08/2019

Amori in ufficio: come evitare guai

Veronica Colella Pubblicato il Aggiornato il 28/08/2019

Comportarsi sempre in modo professionale, no ai favoritismi e nemmeno alle effusioni in pubblico: ecco come evitare che una storia d'amore con un collega rovini l'ambiente di lavoro e la carriera

amori ufficio

L’amore in ufficio è sempre un campo minato: da un lato c’è la legittima preoccupazione che possa alterare l’armonia del gruppo, dall’altro la normale propensione a trovare affinità e sintonia con le persone con cui si collabora a stretto contatto, specialmente se nasce l’attrazione.

Al cuore non si comanda, ma prima del fatidico primo bacio è sempre una buona idea procedere con un pizzico di cautela.

Solo per amore

Come suggerisce la psicologa del lavoro Amy Nicole Baker, il primo elemento da valutare nel decidere se iniziare a frequentare un collega sono le nostre aspettative. Se tutto quello che vogliamo è un po’ di sano divertimento, forse sarebbe meglio limitarsi a usare Tinder. Al contrario, se ci stiamo innamorando o pensiamo che ci sia il potenziale per una relazione a lungo termine, il rapporto di lavoro non dovrebbe essere un ostacolo insormontabile. Le ricerche dimostrano che anche gli altri colleghi tenderanno ad avere un atteggiamento più positivo e comprensivo se hanno l’impressione di assistere alla nascita di una storia d’amore, mentre le relazioni con un minor coinvolgimento emotivo possono essere vissute come un elemento di disturbo.

Mai quando c’è squilibrio di potere

Se uscire con un collega può addirittura aumentare la produttività, come suggerisce una ricerca condotta nel 2016 dall’Università di Göteborg, tutt’altra cosa è decidere di uscire con il proprio capo o con un sottoposto. Le dinamiche di potere sono una complicazione non da poco già all’interno della coppia, a cui si aggiunge il rischio di una cattiva reputazione in azienda. A subirne le conseguenze nella maggior parte dei casi è la persona che si trova sullo scalino più basso della gerarchia, i cui meriti verranno puntualmente sminuiti dall’accusa di ricevere un trattamento preferenziale.

5 consigli per evitare contraccolpi sulla carriera

  1. Indaga sulla posizione dell’azienda. Forse saremo più elastici rispetto agli americani, ma anche in Italia molte aziende hanno norme di tutela che disciplinano le relazioni tra dipendenti. Persino in assenza di vincoli formali è consigliabile farsi un’idea della posizione ufficiale dei vertici.
  2. Non nasconderti. I segreti tendono ad avere un effetto deleterio e ad aumentare il pettegolezzo. Gli esperti consigliano di non cedere alla tentazione di dissimulare e di chiarire invece che essere una coppia non vi renderà necessariamente alleati quando ci saranno decisioni da prendere sul lavoro. Il rapporto tra voi due sarà anche cambiato, ma questo non vuol dire che vi comporterete in maniera diversa con gli altri.
  3. Sii sempre professionale. I conflitti personali, i musi lunghi e le frecciatine vanno tenuti rigorosamente lontani dal luogo di lavoro, anche per non fornire appigli a chi non vede di buon occhio il vostro rapporto. Dimostrando di essere in grado di tenere amore e lavoro separati, confermerete la vostra credibilità.
  4. Lascia a casa la tenerezza. Non sono solo le emozioni negative a contaminare l’ambiente di lavoro, ma anche le troppe effusioni. Per non rischiare di essere travolti da gossip e gelosie, meglio evitare di cadere nello stucchevole, anche se vi sentite le farfalle nello stomaco.
  5. Preparati al peggio. Non è bello iniziare una relazione pensando a come contenere i danni in caso di rottura, ma in questo caso è necessario. Se la vostra è una relazione ufficiale, sappiate che anche quel momento andrà gestito con la stessa diplomazia. Oltretutto, dovete essere consapevoli che molto probabilmente dovrete continuare a lavorare insieme e a vedervi ogni giorno, anche se avete il cuore spezzato.