LIDBREE GEL INTRAUT 1SIR 420MG

32,90 €

Prezzo indicativo

Principio attivo: LIDOCAINA
  • ATC: N01BB02
  • Descrizione tipo ricetta: USPL - USO SPECIALISTICO
  • Presenza Glutine:
  • Presenza Lattosio:

Data ultimo aggiornamento: 15/03/2022

Lidbree è indicato per anestesia topica per il dolore moderato acuto durante le procedure cervicali e intrauterine in pazienti adulte e adolescenti a partire dai 15 anni di età. Vedere paragrafo 5.1.
Lidocaina 42 mg/mL Eccipienti con effetti noti: Ogni mL di gel contiene 284 mg di macrogolglicerolo ricinoleato (olio di ricino poliossile) e fino a 28 microgrammi di idrossitoluene butilato (E321). Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere il paragrafo 6.1.

Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.

Posologia

Posologia.
Procedure cervicali: Applicare da 2 a 3 mL in uno strato spesso alla portio e 3 mL nel canale cervicale utilizzando l'applicatore sterile 5 minuti prima dell'inizio della procedura.
Procedure intrauterine: Utilizzando l'applicatore sterile, applicare da 1 a 2 mL sul labbro anteriore della portio e da 2 a 3 mL nel canale cervicale.
Attendere 2 minuti affinché inizi l'effetto nel meato interno.
Inserire quindi l'applicatore nella cavità uterina e introdurre da 3 a 5 mL, 5 minuti prima della procedura.
L’applicatore è dotato di una scala centimetrica.
È possibile somministrare un volume più piccolo, ad esempio in pazienti nullipare, se sperimentano disagio prima che sia somministrato l’intero volume.
Una singola dose intrauterina non deve superare un totale di 10 mL.
Popolazione pediatrica a partire dai 15 anni di età: Nelle adolescenti di peso corporeo inferiore a 30 kg la dose deve essere ridotta proporzionalmente e la singola dose non deve superare la dose massima raccomandata per via parenterale (6 mg/kg di idrocloruro di lidocaina, corrispondente a 5,2 mg/kg di lidocaina base in Lidbree, cioè 1,2 mL per 10 kg di peso corporeo).
Nelle adolescenti di 30 kg di peso corporeo la dose massima di Lidbree è di 3,6 mL in totale.
La sicurezza e l'efficacia di Lidbree nei neonati e nei minori al di sotto dei 15 anni di età non sono state stabilite.
Per ragioni di sicurezza Lidbree non deve essere usato nelle bambine di età inferiore a 15 anni (vedere paragrafi 4.4 e 5.1).
Anziani: Non è necessario ridurre la dose nelle pazienti anziane (vedere paragrafo 5.2).
Compromissione epatica: Non è necessario ridurre la singola dose nelle pazienti con funzionalità epatica compromessa (vedere paragrafo 5.2).
Compromissione renale: Non è necessario ridurre la dose nelle pazienti con funzionalità renale compromessa.
Modo di somministrazione: Solo per uso cervicale e intrauterino.
Quando viene somministrato, Lidbree deve essere un liquido.
Se ha formato un gel, deve essere messo in frigorifero fino a quando non diventa nuovamente liquido.
La bolla d'aria visibile nella siringa si sposta se la siringa viene inclinata.
Assemblare il prodotto con gradualità e applicare il liquido viscoso utilizzando l'applicatore sterile fornito nella confezione: 1) controllare l'aspetto della siringa mentre la si inclina.
Se il prodotto è allo stato liquido e pronto per l'uso, la bolla d'aria si sposta quando la siringa viene inclinata.
Se la bolla d'aria non si muove, significa che il prodotto ha formato un gel, quindi metterlo in frigorifero fino a quando non diventa nuovamente liquido; 2) collegare lo stantuffo e l'applicatore alla siringa e verificare che siano saldamente connessi; 3) far uscire la bolla d'aria e riempire l'applicatore con il gel spingendo con cautela lo stantuffo della siringa.
4) posizionare la formulazione Lidbree utilizzando la scala centimetrica dell'applicatore.
Con l'applicatore in posizione, la siringa eroga 8,5 mL di gel.
Un millilitro (mL) contiene 42 mg di lidocaina.
Applicare il gel con gradualità (passi da 1 a 3), come illustrato nella figura.

Avvertenze e precauzioni

Solo per uso cervicale e intrauterino.
Qualora il liquido viscoso termogelificante venisse iniettato involontariamente per via intravascolare, la paziente potrebbe manifestare sintomi acuti di tossicità anestetica locale e complicanze emboliche potenzialmente letali (per il trattamento delle reazioni tossiche sistemiche, vedere paragrafo 4.9).
Altre vie di somministrazione parenterale involontarie possono provocare tossicità tissutale locale.
In caso di inserimento difficile di contraccettivi intrauterini e/o di dolore o sanguinamento eccezionale durante o dopo l'inserimento, si devono eseguire immediatamente un esame fisico ed un'ecografia per escludere la perforazione del corpus uterino o della cervice perché, con un'anestesia topica efficace, la paziente potrebbe non reagire con il dolore in caso di perforazione.
Alcune pazienti richiedono una particolare attenzione: - pazienti con blocco della conduzione cardiaca parziale o completo - poiché gli anestetici locali possono deprimere la conduzione miocardica.
- pazienti trattate con antiaritmici di classe III (come amiodarone), devono essere sottoposte a stretta sorveglianza, anche considerando il monitoraggio ECG, poiché si possono avere effetti cardiaci aggiuntivi; - pazienti affette da porfiria acuta.
La lidocaina è probabilmente porfirinogenica e, nelle pazienti con porfiria acuta, deve essere prescritta solo in caso di indicazione forte o urgente.
Si dovranno prendere precauzioni appropriate in tutte le pazienti porfiriniche; - pazienti in condizioni di salute generali già compromesse.
Popolazione pediatrica: Lidbree non deve essere somministrato alle membrane mucose di neonati e bambine di età inferiore ai 15 anni, in quanto le concentrazioni plasmatiche di lidocaina possono superare la soglia di tossicità (vedere paragrafo 5.1).
Eccipienti: Lidbree contiene macrogolglicerolo ricinoleato (olio di ricino poliossile) e idrossitoluene butilato (E321).
Il macrogolglicerolo ricinoleato può causare gravi reazioni allergiche.
L'idrossitoluene butilato (E321) può causare irritazione delle membrane mucose.

Interazioni

In caso di uso concomitante di Lidbree ed altri prodotti contenenti lidocaina, dosi elevate di lidocaina devono essere somministrate con cautela nelle pazienti che stanno assumendo altri anestetici locali o agenti strutturalmente correlati ad anestetici locali di tipo amidico, come alcuni antiaritmici quali la mexiletina, poiché si possono avere effetti tossici sistemici additivi.
Non sono stati condotti studi specifici sull’interazione tra lidocaina e farmaci antiaritmici di classe III (ad es.
amiodarone), ma si consiglia cautela (vedere anche paragrafo 4.4).

Effetti indesiderati

Riepilogo del profilo di sicurezza: Le reazioni avverse riportate negli studi clinici sono state simili per tipo e frequenza nelle donne trattate con Lidbree e nelle donne trattate con un gel placebo e sono state rappresentative degli effetti indesiderati transitori osservati in relazione all’inserimento di dispositivi contraccettivi intrauterini.
Non sono stati riportati eventi avversi gravi.
Elenco tabulare delle reazioni avverse: Le reazioni avverse sono classificate in base alla frequenza e alla classificazione per sistemi e organi.
Le categorie di frequenza sono definite in base alla seguente convenzione: Molto comune (≥ 1/10); comune (≥ 1/100, < 1/10); non comune (≥1/1.000, < 1/100); raro (≥ 1/10.000, < 1/1.000); molto raro (< 1/10.000); non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).
I seguenti effetti indesiderati sono stati riportati con una frequenza del 2% o superiore a seguito della somministrazione di Lidbree.
Classificazione per sistemi e organi Frequenza Effetto indesiderato
Disturbi del sistema nervoso Comune Capogiro, cefalea
Disturbi gastrointestinali Molto comune Nausea
Comune Altri disturbi gastrointestinali
Segnalazione delle reazioni avverse sospette. La segnalazione delle sospette reazioni avverse che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.
Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione riportato all’indirizzo https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.

Gravidanza e allattamento

Gravidanza: Non sono stati condotti studi sulla tossicità riproduttiva e dello sviluppo di Lidbree.
La lidocaina attraversa la placenta.
È ragionevole supporre che la lidocaina sia stata usata in un gran numero di donne in gravidanza e in età fertile.
Non vi è alcuna evidenza che la lidocaina causi disturbi al processo riproduttivo, come l'aumento dell'incidenza di malformazioni.
Il rischio per l'uomo, tuttavia, non è stato completamente studiato.
La tossicità riproduttiva della lidocaina è stata studiata in modelli non clinici che non hanno rivelato alcun danno al feto.
Allattamento: La lidocaina può entrare nel latte materno, ma in quantità così piccole che non vi è generalmente alcun rischio di un effetto sul neonato allattato al seno.
L'allattamento può quindi continuare in caso di trattamento con Lidbree.
Fertilità: Non ci sono dati adeguati sull'effetto di Lidbree sulla fertilità.
Non è noto alcun effetto della lidocaina sulla fertilità o sullo sviluppo embrionale precoce.

Conservazione

Questo medicinale non richiede particolari condizioni di conservazione.

Cerca farmaci per nome:

La fonte dei dati utilizzati e pubblicati è Banche Dati Farmadati Italia. Farmadati Italia garantisce il massimo impegno affinché la Banca dati e gli Aggiornamenti relativi a farmaci, parafarmaci, prodotti omeopatici e principi attivi siano precisi, puntuali e costantemente aggiornati. Questo materiale è fornito solo a scopo didattico e non è inteso per consulenza medica, diagnosi o trattamento e non deve in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o ad un consulto medico. Farmadati Italia e SilhouetteDonna.it non si assumono responsabilità sull’utilizzo dei dati. E’ doveroso contattare il proprio medico e/o uno specialista per la prescrizione e assunzione di farmaci. L’ultimo aggiornamento dei dati e la messa online del database da parte di Silhouette Donna è stato effettuato in data 05/02/2023.

Segnalazione degli effetti indesiderati
Se dovesse manifestarsi un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, è doveroso rivolgersi al proprio medico, ad uno specialista e/o al farmacista. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Gli effetti indesiderati possono essere segnalati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.it/it/responsabili. Segnalando gli effetti indesiderati si può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.