DERMOMYCIN CREMA 30G 20MG/G

14,50 €

Prezzo indicativo

Principio attivo: ACIDO FUSIDICO SALE SODICO
  • ATC: D06AX01
  • Descrizione tipo ricetta: RR - RIPETIBILE 10V IN 6MESI
  • Presenza Glutine:
  • Presenza Lattosio:

Data ultimo aggiornamento: 01/01/2021

Piodermiti in genere: impetigine, foruncoli, follicoliti, ascessi, idrosoadenite, sicosi della barba, ferite e abrasioni infette, tutte se provocate da stafilococco.
100 g di crema contiene: Principio attivo: fusidato di sodio g 2 Eccipienti con effetti noti: alcol cetilico, butilidrossianisolo (E320). 100 g di crema contengono: alcol cetilico: g 11,1 idrossianisolo butilato (E320): g 0,004 Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
Rosacee.

Posologia

2 - 3 applicazioni al giorno sulla zona interessata.
Pazienti con insufficienza renale Non sono necessarie modifiche del dosaggio in pazienti con insufficienza renale per acido fusidico.

Avvertenze e precauzioni

Il prodotto non deve essere usato in casi di infezioni da piocianeo o da proteus poichè questi germi sono sempre resistenti all’antibiotico.
L’impiego di prodotti topici, specie se prolungato o ripetuto, può dare origine a fenomeni di irritazione o di sensibilizzazione; in tal caso è necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea, sotto il diretto controllo medico.
Se DERMOMYCIN viene impiegato per trattare lesioni del viso, occorre far attenzione che la crema stessa non penetri negli occhi.
Il prodotto potrà essere impiegato negli eczemi soltanto se secchi e sede di superinfezione.
Come con altri antibiotici, il trattamento con DERMOMYCIN può dar luogo a superinfezioni da agenti batterici resistenti o da miceti, il che richiede l’adozione di adeguate misure terapeutiche.
Questo medicinale contiene idrossianisolo butilato e alcool cetilico che possono causare reazioni cutanee locali (ad es.
dermatiti da contatto); l’idrossianisolo butilato può causare inoltre irritazione agli occhi occhi e alle mucose.
Pazienti con insufficienza epatica Anche se l’assorbimento sistemico di acido fusidico applicato localmente sulla cute è minima, è necessaria cautela nei pazienti con insufficienza epatica grave.

Interazioni

Il fusidato di sodio si può associare agli altri antibiotici per incrementare l’attività antibatterica, allargare lo spettro d’azione e minimizzare i rischi di comparsa di mutanti batterici meno sensibili o resistenti.
Non sono stati effettuati studi di interazione.
Poiché l’assorbimento sistemico di DERMOMYCIN dopo somministrazione topica è trascurabile, si ritiene che l’interazione con medicinali somministrati per via sistemica sia minima.

Effetti indesiderati

Gli eventi avversi sono classificati secondo la frequenza: Molto comune (≥1/10), comune (≥1/100, <1/10), non comune (≥1/1.000, <1/100), raro (≥1/10.000, <1/1.000), molto raro (<1/10.000), non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).
Classificazione MedDRA per sistemi ed organi Reazioni averse Frequenza
Disturbi del sistema immunitario IpersensibilitàNon comune
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo :AlopeciaRaro
Sensazione di brucioreRaro
EritemaRaro
PruritoRaro
Eruzione cutaneaRaro
Irritazione della cuteRaro
Dermatite allergicaNon nota
Patologie generali e condizioni relative alla sede di somministrazione DoloreRaro
Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.
Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/content/come-segnalare-una-sospetta-reazione-avversa

Gravidanza e allattamento

Gravidanza Non sono stati effettuati studi con DERMOMYCIN nelle donne gravide.
Nelle donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo medico.
Allattamento Non ci sono dati sull’escrezione di acido fusidico nel latte materno.
Si deve usare cautela nel prescrivere DERMOCYCIN crema alle donne che allattano al seno.
Inoltre, le donne devono essere istruite a non applicare DERMOMYCIN crema sul seno durante l’allattamento.
Fertilità Non sono stati effettuati studi clinici.

Conservazione

Non conservare a temperatura superiore ai 25°C.

Cerca farmaci per nome:

La fonte dei dati utilizzati e pubblicati è Banche Dati Farmadati Italia. Farmadati Italia garantisce il massimo impegno affinché la Banca dati e gli Aggiornamenti relativi a farmaci, parafarmaci, prodotti omeopatici e principi attivi siano precisi, puntuali e costantemente aggiornati. Questo materiale è fornito solo a scopo didattico e non è inteso per consulenza medica, diagnosi o trattamento e non deve in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o ad un consulto medico. Farmadati Italia e SilhouetteDonna.it non si assumono responsabilità sull’utilizzo dei dati. E’ doveroso contattare il proprio medico e/o uno specialista per la prescrizione e assunzione di farmaci. L’ultimo aggiornamento dei dati e la messa online del database da parte di Silhouette Donna è stato effettuato in data 07/05/2021.

Segnalazione degli effetti indesiderati
Se dovesse manifestarsi un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, è doveroso rivolgersi al proprio medico, ad uno specialista e/o al farmacista. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Gli effetti indesiderati possono essere segnalati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.it/it/responsabili. Segnalando gli effetti indesiderati si può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

La domanda della settimana
Leggi le risposte dei nostri specialisti