Vergine: acuta ed essenziale come il cumino

Redazione Pubblicato il Aggiornato il 22/02/2018

Il segno comprende i nati tra il 24/8 e il 23/9

vergine

La tua essenza è un piccolo seme di cumino, perché tutto in te è minuscolo, ma ciò non significa debole: pensa quanto forza si concentra in un granellino, capace di dar vita a una nuova pianta. Tutte le ombrellifere, quindi anche il cumino recano la griffe del tuo astro guida, il piccolo e veloce Mercurio, per via dei loro acheni, ricchissimi di oli essenziali, agiscono sull’olfatto e il sistema nervoso. In più promuovono l’appetito, spesso capriccioso nel tuo segno, e sgonfiano la pancia (altro punto critico). In particolare il profumo amarognolo e pungente del cumino ha effetti antidepressivi e aiuta a concentrare il pensiero, il tuo strumento preferito, distinguendo le informazioni davvero preziose da sintetizzare e stimolare da quelle confuse e inutili, materiale di scarto.

Curiosità: i romani mettevano cumino dappertutto, specie nel cibo di militari e gladiatori perché ritenuto capace di aumentare il vigore fisico. Nel medioevo divenne l’antenato del chewing gum, i semi si davano da masticare ai bambini durante le funzioni religiose per tenerli buoni. Secondo un’antica usanza, portato al collo in un sacchettino di seta il cumino assicura fedeltà e protegge contro i furti di idee, ottimale quindi per creativi e scienziati, a salvaguardia dei loro progetti.

Talismano: amarognolo ed euforizzante, ti dona resistenza, ambizione e coraggio negli obiettivi, facendo emergere il tuo lato migliore.

Ricetta: salsa yogurt, cumino e menta.
Tostate in un padellino per circa due minuti 1 cucchiaino di semi di cumino, poi trasferiteli ancora caldi in un mortaio e riduceteli in polvere. In una ciotola unite 2 vasetti di yogurt greco, il cumino, 1 cucchiaio di menta tritata finemente, un pizzico di sale, una grattata di pepe e un cucchiaio di olio e mescolate bene il tutto.