02/01/2019

Saldi invernali 2019, date e consigli utili

Al via i saldi invernali: Basilicata e Valle d'Aosta sono le prime regioni a partire, per tutte le altre bisogna attendere il 5 gennaio

saldi invernali 2019

Parte la stagione delle occasioni più attese: tra il 2 e il 5 gennaio al via i saldi invernali in tutte le regioni. La data di inizio è quasi unificata mentre la durata  varia, in Campania per esempio  si potranno fare affari fino al 2 aprile.

Un appuntamento importante, sempre molto atteso, per togliersi qualche sfizio e portare a casa a prezzi convenienti capi di ottima qualità.

Consigli utili

Per evitare brutte sorprese ecco alcuni consigli utili.

  • Guardare bene il cartellino, su cui deve essere indicato il prezzo precedente e la percentuale di sconto applicata.
  • Fare un giro nei negozi preferiti prima dei saldi, così si possono individuare gli articoli che interessano veramente e prendere nota dei prezzi.
  • Diffidare sempre degli sconti esagerati: se sono superiori al 50% ci sono molte possibilità che il prezzo pre-saldo sia stato aumentato ad hoc o che si tratti di fondi di magazzino.
  • Anche durante i saldi, l’acquisto con carta di credito o bancomat dev’essere garantito.
  • Il cambio dell’articolo può essere a discrezione dell’esercente se non ha difetti di produzione. Se invece il difetto si presenta una volta acquistato dovrà essere sostituito. Alcuni negozianti offrono un buono dello stesso valore e non la restituzione dei soldi: in questo caso il cliente può decidere se accettare o no, e far partire una trattativa.
  • Il cambio deve essere effettuato entro due mesi dall’acquisto.
  • Gli articoli scontati devono essere esposti in reparti o zone diverse rispetto a quelle non in saldo, per evitare che i clienti possano fare confusione.

Le date, regione per regione

Abruzzo: 5 gennaio – 5 marzo
Basilicata: 2 gennaio – 1 marzo
Calabria: 5 gennaio – 28 febbraio
Campania: 5 gennaio – 2 aprile
Emilia-Romagna: 5 gennaio – 5 marzo
Friuli Venezia Giulia: 5 gennaio – 31 marzo
Lazio: 5 gennaio – 28 febbraio
Liguria: 5 gennaio – 18 febbraio
Lombardia: 5 gennaio – 5 marzo
Marche: 5 gennaio – 1 marzo
Molise: 5 gennaio – 5 marzo
Piemonte: 5 gennaio – 28 febbraio
Puglia: 5 gennaio – 28 febbraio
Sardegna: 5 gennaio – 5 marzo
Sicilia: 6 gennaio – 15 marzo
Toscana: 5 gennaio – 5 marzo
Umbria: 5 gennaio – 5 marzo
Valle D’Aosta: 3 gennaio – 31 marzo
Veneto: 5 gennaio – 31 marzo
Trentino-Alto Adige: 5 gennaio – 16 febbraio