16/10/2019

#ioleggoperché 2019: regala un libro a una biblioteca scolastica

Veronica Colella Pubblicato il Aggiornato il 16/10/2019

Dal 19 al 27 ottobre torna #ioleggoperché, l'iniziativa pensata per donare libri alle scuole. Cerca le librerie che espongono la locandina e partecipa anche tu

#ioleggoperché2019

Le biblioteche scolastiche hanno un ruolo fondamentale nel trasmettere la passione per la lettura, un dono che può fare la differenza nel tenere viva la curiosità e l’immaginazione di bambini e ragazzi. Per sostenerle, da sabato 19 a domenica 27 ottobre, nelle librerie aderenti all’iniziativa #ioleggoperché, sarà possibile acquistare dei libri da donare alle scuole gemellate con il progetto, partecipando a un vero e proprio “bookthon” per amanti della lettura.

Per partecipare all’iniziativa, organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE) in collaborazione con il Ministero per l’Istruzione (MIUR), basterà acquistare in una delle librerie che esibiscono la locandina dell’evento un libro che verrà donato a una scuola precisa, con cui la libreria è gemellata.

Ogni libro riporterà il nome del donatore e soprattutto servirà a incrementare l’offerta degli Editori, che al termine della raccolta daranno il loro contributo con un numero di libri pari alla donazione nazionale complessiva (per un massimo di 100.000 volumi). Se non sapete cosa suggerire, chiedete al libraio: molte scuole avranno provveduto a segnalare i titoli più desiderati, anche se la preferenza non è vincolante.

Una partecipazione in continua crescita

Al progetto hanno aderito più di 10.000 scuole (contro le 9.195 del 2018), che utilizzeranno i libri per book talk, laboratori e circoli di lettura tra studenti. Le scorse edizioni sono riuscite a portare nelle biblioteche di scuole pubbliche e paritarie del Nord, Centro e Sud Italia oltre 650.000 nuovi titoli e l’obiettivo di questa edizione è di sfiorare il milione. Gli Ambassador ufficiali di quest’anno sono Rudy Zerbi e Luciana Littizzetto, ma non sono i soli a credere nella bellezza di questa iniziativa: nel corso delle sue diverse edizioni, oltre 100 testimonial – tra attori, musicisti, scrittori e Youtuber – hanno condiviso il loro amore per i libri e consigliato un titolo che non può mancare in una biblioteca per ragazzi.

I contest nelle scuole

Il progetto è anche l’occasione per librai, insegnanti e studenti di mettere insieme il loro impegno e la loro passione con degli eventi creati apposta per invogliare alla lettura e incrementare le donazioni. L’unico limite è la creatività: ogni anno si possono proporre letture ad alta voce, flash mob, lezioni in libreria, gare di abilità, spettacoli, concerti e installazioni, che accompagneranno la settimana cruciale degli acquisti. Le dieci scuole che avranno avuto le idee più originali verranno premiate con un buono acquisto da 1.500 euro, da spendere ovviamente in libri.