Bambine povere, vittime del bullismo e baby spose: aiutiamole con la campagna Indifesa

Lucia Fino
A cura di
Pubblicato il Aggiornato il 19/10/2018
Contro povertà, violenze, abusi torna la campagna Indifesa. Tutti possiamo dare il nostro contributo: basta un selfie!
Indifesa 2018

Costrette a sposare uomini molto più grandi loro, abusate e rese madri prima del tempo, allontanate dalla scuola per essere sfruttate in lavori pesanti. È questa la realtà difficile di molte bimbe nel mondo, soprattutto nei paesi più poveri. Per fare luce sulla condizione di queste piccole e aiutarle è nata la Giornata Onu delle Bambine che si tiene ogni anno l’11 ottobre e, accanto a questa, la Campagna Indifesa di Terres des Hommes, arrivata quest’anno alla sua VII edizione.

Una campagna internazionale per aiutare le più piccole e fragili a vivere in modo libero e felice

Contro le violenze nel mondo

Scopo della campagna Indifesa tutelare le bambine di tutto il mondo, garantendo istruzione, salute e protezione da sfruttamento, violenza e discriminazione. Negli anni Indifesa ha aiutato a tornare a una vita normale le baby schiave domestiche del Perù, e le bambine di Libano, Kurdistan, Giordania, Bangladesh, Mozambico e Costa d’Avorio a ribellarsi ai matrimoni forzati e a riprendere gli studi. Ma non mancano le iniziative nel nostro Paese, dove Indifesa si batte contro le nuove piaghe del sexting e del cyberbullismo che spesso hanno come vittime delle ragazzine.

Rivoluzione arancione

Per dare un supporto visibile a Indifesa moltissimi comuni italiani con l’hastag #orangerevolution l’11 ottobre si tingeranno d’arancione, in importanti luoghi pubblici, per sensibilizzare e informare i cittadini sul problema. La campagna #indifesa #orangerevolution vive, però, anche sui social media: ognuno potrà pubblicare su FB, Twitter o Instram una foto o un selfie con qualcosa di arancione.

La sfida a Milano

Un evento speciale quest’anno si affiancherà alla campagna. A Milano presso la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli ci sarà un’originale sfida a colpi di shorts talks che coinvolgerà personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport, influencer e ragazzi comuni. Fra gli altri parteciperanno la cantante Nina Zilli, l’atleta Veronica Yoko Plebani, la fotografa Sara Melotti, l’attore Brando Pacitto, il vignettista Gianluca Foglia. Per partecipare si può prenotare inviando una mail a indifesa. milano@tdhitaly.org