X Factor 2018, nella semifinale gli addii (dolorosi) a Martina e Leo

Laura Frigerio
A cura di
Pubblicato il Aggiornato il 07/12/2018
È stata una semifinale ricca di tristi sorprese quella di X Factor 2018. Vittime della doppia eliminazione sono stati infatti Martina e Leo, mentre Manuel Agnelli ha annunciato che il prossimo anno non tornerà
7^puntataXF12┬®julehering006

Quella di X Factor 2018 è stata decisamente una semifinale da thriller, che ci ha tenuti tutti con il fiato sospeso, fino alla fine. Sono state diverse, infatti, le tristi sorprese: dalle eliminazioni della favorita Martina e dell’amatissimo Leo all’annuncio di Manuel Agnelli, che ha deciso di non tornare il prossimo anno come giudice.

La puntata si è aperta in bellezza, con un momento importante dedicato a “Un mare da salvare”, la campagna di Sky per la salvaguardia dei mari contro l’inquinamento causato dalla plastica.

Giudici e talenti hanno lanciato il loro messaggio e poi i ragazzi si sono esibiti insieme a Lorenzo Licitra (vincitore dello scorso anno), il primo ospite della serata a cui è seguito il rapper Salmo. Per rafforzare anche visivamente il messaggio di “Un mare da salvare”, nel corso della prima manche i ragazzi hanno cantato su un palco ricoperto d’acqua.

Una prima manche acquatica

My Song è il titolo della prima manche, che vede i sei semifinalisti esibirsi con brani scelti da loro.

Naomi e la svolta rap

Si inizia con Naomi (Over) che propone Problem di Ariana Grande feat Iggy Azalea, confermando  la nuova strada che intende prendere, gravitante intorno al pop-rap misto a R’n’B. E i giudici sono d’accordo nel dire che questa è per lei una strada perfetta, tanto che Mara Maionchi ammette:«Ora diventa veramente pericolosa!».«Il suo è il percorso più atipico qui a X Factor» spiega Fedez. «Mi sembrava giusto, durante il talent, non tradire il suo retaggio lirico. Poi però ho scoperto la sua inclinazione per il rap e non posso che dare il benvenuto alla nuova Naomi!».

Il bel timbro di Leo

Segue Leo Gassmann (Under Uomini) con un pezzo di Noel Gallagher intitolato Dead In The Water  e i complimenti sono unanimi, soprattutto sul bel timbro del ragazzo. Mara, il suo giudice, dice: «Sono contenta per questa scelta, perché ha avuto modo di cantare qualcosa di diverso, sempre in maniera precisa».

Luna spinge sempre di più

Luna (Under Donne) invece si confronta con un pezzo italiano, ovvero Mica Van Gogh  di Caparezza. «Sono parole che ti stanno bene» le dice Lodo Guenzi, invece Fedez ha una piccola critica da fare: «Hai spinto molto sull’inciso, ma la strofa avrei voluto sentirla di più. E dato che hai anche iniziato a scrivere, mi sarebbe piaciuto sentire anche una strofa nuova di tua composizione». Il suo giudice Manuel, ovviamente, la sostiene con forza definendola una tigre.

I Bowland sono l’orgoglio di Lodo 

Salgono poi sul palco i Bowland  (Gruppi) con Iron di Woodkid ed è subito magia, come sottolineano anche i giudici con tanto di Fedez che afferma: «Voi meritate di uscire subito con un album». «Grazie per avere dimostrato che il futuro della musica è nelle contaminazioni» dice invece Lodo, orgoglioso dei suoi ragazzi.

La stecca di Martina

Come lo è Manuel Agnelli di Martina Attili (Under Donne), che però stavolta decide di puntare sul teen-pop con The Climb  di Miley Cyrus. Peccato che non convinca tutti, da Mara che ammette: «Mi sei piaciuta di più altre volte» a Fedez che dice amaramente: «Questo brano è l’opposto di quello che mi sarei aspettato da te, l’incantesimo del tuo inedito rischia di spezzarsi con brani di questo genere». Arriva però pronta la difesa del suo giudice Manuel: «Per Martina la musica è racconto e questa canzone rappresenta per lei un modo di comunicare. Lei è una anomalia, è difficile rinchiuderla in una scatola, avendo una personalità unica, originale, non catalogabile».

Anastasio, facci viaggiare con te

Come lo è anche Anastasio  (Under Uomini), che stavolta stupisce ancora di più portando un brano recitato come La porta dello spavento supremo di Franco Battiato. «Mi è piaciuto il fatto che abbia voluto cambiare dimensione sia a livello sonoro che d’atmosfera» dice Manuel. E il suo giudice Mara? «Sei sempre molto potente, un disturbatore, in grado di fare viaggiare la mente degli altri, dove ognuno vuole o può andare».

Al termine di questa manche il meno votato viene subito eliminato e a a lasciare il talent, a un passo dalla finale, è proprio colei che veniva indicata come possibile vincitrice ovvero Martina Attili. A quanto pare il pubblico non le ha perdonato le ultime performance poco brillanti.

Seconda manche ad alto voltaggio

Si torna a puntare sulle assegnazioni dei giudici nella seconda manche, che è decisamente più veloce, con brani presentati uno di seguito all’altro, come una sorta di medley.

Parte Luna con Can’t Hold Us di Macklemore & Ryan Lewis feat Ray Dalton, seguono BowLand con Amandoti  dei CCCP (nella versione di Gianna Nannini), Anastasio  con Clint Eastwood dei Gorillaz, Naomi con un mash up tra Rap God di Eminem e Beautiful di Cristina Aguilera, Leo Gassmann con Com’è profondo il mare di Lucio Dalla.

I giudici spendono le ultime parole per i loro artisti, sperando di aiutarli anche nella sfida del televoto. Questa manche finisce con due artisti al ballottaggio, ovvero Leo e Luna, gli altri sono tutti in finale.

Il ballottaggio decisivo

I due concorrenti al ballottaggio portano i loro cavalli di battaglia. Inizia Leo con Caledonia di Dougie MacLean. Invece Luna canta God Is A Woman di Ariana Grande. La parola spetta quindi ai giudici, che però optano ancora una volta per il tilt. Si torna al televoto e, a sorpresa, ad essere eliminato (ingiustamente) è Leo Gassmann, che però la prende sportivamente. «Gli obiettivi non si raggiungono subito, c’è tutta la vita per inseguire il sogno» dichiara il ragazzo con quel mix di saggezza e umiltà che, ci spiace dirlo, manca totalmente in Luna, purtroppo già convinta di essere una pop-star. Però purtroppo sarà lei ad esibirsi al Forum di Assago per il gran finale insieme a BowLand, Anastasio e Naomi.

Vieni a scoprire le nostre pagelle della semifinale.

L’annuncio di Manuel Agnelli

Come se non bastasse, Manuel Agnelli ha fatto un annuncio che ha gelato tutti: «Bisogna riconoscere che tutto ha una fine, solo la salsiccia ne ha due. Il mio percorso è chiuso. Il forum sarà la mia ultima data». Insomma, il prossimo anno non tornerà dietro il banco dei giudici di X Factor, proprio come Fedez. Un vero peccato!