X Factor 2018, al terzo live si comincia a fare sul serio

Laura Frigerio
A cura di
Pubblicato il Aggiornato il 09/11/2018
Terzo live di grande classe (e maggiore armonia) per X Factor 2018, che però si è conclusa come al solito con un'eliminazione. Stavolta è stato il turno di Emanuele Bertelli
X Factor 2018 terzo live

X Factor 2018 continua (come da programma) a mietere vittime: quella del terzo live è Emanuele Bertelli, della squadra Under Uomini di Mara Maionchi. Un’eliminazione purtroppo annunciata, dato che la scorsa settimana l’artista sedicenne si era già ritrovato al ballottaggio, salvandosi all’ultimo momento.
Questo è stato purtroppo il triste epilogo di una puntata che ha brillato per eleganza ed è iniziata con i primi piani di Fedez, che si è esibito sul palco cantando Prima di ogni cosa, il nuovo singolo dedicato al figlio Leone (e ovviamente in prima fila era presente la moglie Chiara Ferragni).

Tra l’altro il rapper sembra aver seppellito l’ascia di guerra con Lodo Guenzi, che si trova finalmente in armonia con i suoi colleghi superando l’imbarazzo dell’ultimo arrivato.

La sfida delle voci: Naomi vs Sherol

Alessandro Cattelan, conduttore del talent targato Sky, annuncia che stavolta non è previsto alcun tema, per evitare di vincolare le scelte dei giudici (mettendoli così in difficoltà, com’è successo la scorsa puntata).

Naomi un po’ fuori contesto

La prima manche è aperta da Naomi (Over): Fedez decide di farle cantare Think di Aretha Franklin, pur sapendo di andare su un terreno scivoloso. La ragazza però conferma di essere una cantante di razza e riesce a rendere onore a questa regina della musica, anche se Manuel Agnelli e Mara Maionchi avrebbero voluto sentire meno tecnica e più rabbia sociale (che caratterizzava in origine il pezzo). Lodo Guenzi invece, felice di constatare che qualche suo suggerimento è stato colto, le lancia una sfida: perché non canta in italiano? Chissà se Fedez, nelle prossime puntate, ci penserà.

La prima volta in italiano dei BowLand

E proprio Lodo, a capo dei Gruppi, ha deciso di far cantare per la prima volta in italiano Leila dei BowLand, che si confrontano con Senza un perché di Nada. Ancora una volta la band di origine iraniana riesce a incantare, inglobando nel proprio mondo musicale questo bel pezzo del repertorio nostrano. Da parte dei giudici solo complimenti, con Manuel che ha trovato particolarmente sexy il cantato in italiano. Fedez poi ammette: «Trovo questa assegnazione bellissima. Ho iniziato ad apprezzare Lodo, perché rischia ma fa in modo che i suoi concorrenti rimangano coerenti con il proprio percorso».

Luna sempre più adulta

A proposito di rischi, Manuel Agnelli decide di affidare a Luna (Under Donne) Blue Jeans di Lana Del Rey, altro pezzo complesso, ma a cui l’artista riesce a dare la giusta intensità, nonostante i suoi 16 anni. Lodo infatti la trova incredibilmente solida per la sua età, anche Mara viene colpita da questa sua entrata perfetta nel mondo adulto e Fedez sostiene di amarla particolarmente in questa veste.

Emanuele al capolinea

Arriva quindi il turno di Emanuele Bertelli (Under Uomini), a cui Mara affida Congratulation di Post Malone, altro artista che il ragazzo apprezza molto. Peccato che lui, nonostante la bravura, continui a non riuscire ad entrare in quei mondi musicali. «Questo è un pezzo sperimentale che hai disinnescato. Hai una voce incredibile e stai percorrento strade che si allontanano dal tuo talento» gli dice Fedez e gli fa eco Manuel: «Post Malone è un tipo randagio, fuori dagli schemi, che qui hai normalizzato». Lodo invece appoggia la sua voglia di cercare nuove strade e Mara, ovviamente, difende nonostante tutto il suo artista.

Sherol (si) emoziona

A chiudere la prima cinquina di esibizioni è Sherol (Under Donna), a cui Manuel fa cantare un grande classico ovvero La voce del silenzio di Mina. Risultato: tutto lo studio aveva la pelle d’oca, compresa lei che alla fine si è persino commossa. Lodo sostiene che la sua voce gli spezza il cuore, mentre Mara dice che avrebbe lasciato il suo arrangiamento originale. Manuel però è convinto della sua scelta e fa bene.

Alla fine della prima manche, dopo la performance degli ospiti internazionali ovvero il duo Sofi Tukker, arriva il risultato del televoto: è Emanuele Bertelli ad andare, ancora una volta, al ballottaggio.

La sfida dei giudici: Manuel vs Fedez

Si arriva quindi alla seconda manche, con altri 5 concorrenti a sfidarsi.

Leo piace sempre al pubblico femminile

Il pubblico femminile va ancora una volta in visibilio per Leo Gassman (Under Uomini), che si muove bene tra le note di Hold Back the River di James Bay, che mette ancora una volta in luce la sua voce calda, corposa e graffiante. Mara è soddisfatta e anche gli altri giudici apprezzano il fatto che stia migliorando, cercando di essere meno impostato.

Seveso Casino Palace un po’… incasinati 

Arriva quindi la consueta scarica di adrenalina dai Seveso Casino Palace (Gruppi), a cui Lodo assegna una hit anni’80 ovvero Take On Me degli A-Ha. La loro versione punk-rock, non è male, ma non convince del tutto i giudici anche se li preferiscono rispetto alla volta scorsa. Mara pensa che una front-woman come Silvia sia più adatta a un repertorio anni’70 e anche gli altri non capiscono perché la band insista nel rifare pezzi di generi diversi dal loro. Lodo svela che è la loro cifra stilistica, ma promette che lavorerà per portarli sempre più vicini al rock.

Renza supersexy colpisce ancora

Subito dopo Fedez presenta la sua Renza Castelli (Over), che canta Mi sono innamorato di te di Luigi Tenco. Anche per lei prova non facile, ma lei si dimostra molto rispettosa del pezzo, riuscendo a farlo suo, come sottolineano i giudici. e sfoderando un look decisamente sexy e provocante (un po’ fuori contesto secondo noi).

Martina, material girl sui pattini

Si cambia totalmente tono con Martina Attili (Under Donna), che stavolta Manuel fa divertire con un bel tocco di pink-pop: canta infatti Material Girl di Madonna, riuscendo al tempo stesso a sostenere la coreografia pattinando. Lodo la trova folle e affascinante, Mara fresca e divertente, mentre Fedez la vede come un mix di Hannah Montana e Ginnaste Vite Parallele (celebri trasmissioni teen).

Anastasio e le sue cover che non sono cover

Si chiude con Anastasio (Under Uomini) e la sua versione personalizzata di Mio fratello è figlio unico di Rino Gaetano. Lodo e Fedez ne rimangono fortemente colpiti, mentre Manuel sottolinea che però lui continua a giocare una partita diversa dagli altri dato che non fa semplici cover, in quanto aggiunge sempre strofe rap scritte da lui. Mara, il suo giudice, non può fare a meno di reagire e vola qualche parolina di troppo. Però, per fortuna, i due fanno pace nel giro di pochi minuti. Ma lo scontro vero, poi, è con Fedez che difende il percorso di Anastasio (che ha sempre apprezzato anche se non è nella sua squadra).

Arriva quindi il responso del televoto: i meno votati sono i Seveso Casino Palace.

Stavolta Emanuele non supera il tilt

Al ballottaggio Emanuele Bertelli porta Location di Khalid, mentre i Seveso Casino Palace Ricchi per sempre di Sfera Ebbasta.
I giudici non sanno cosa fare: a parte i loro giudici Mara e Lodo che votano l’avversario, Fedez sceglie di tenere Emanuele e Manuel i Seveso Casino Palace. C’è parità e quindi scatta il tilt: è il pubblico da casa a dover decidere e alla fine ad avere la meglio è la band.
Emanuele però non si perde d’animo: è giovane e sa che davanti a tutta una vita in musica.

Le nostre pagelle ai giudici

Come si sono comportati i giudici in questo terzo live? Diciamo che ci sono piaciuti tutti un po’ di più.

MANUEL AGNELLI – 8. Attento e preciso, dice le cose come stanno ed è solo un bene. Poi chi l’avrebbe mai detto che un giorno avrebbe assegnato a un suo concorrente un pezzo iper-pop come Material Girl?

MARA MAIONCHI – 7,5. Sempre schietta e sincera, è pronta a difendere i suoi artisti ma anche a tirar loro le orecchie se necessario.

LODO – 7,5. La sua è decisamente una presenza positiva all’interno del talent. Posato, mai sopra le righe, ama la musica e si vede, soprattutto quando si emoziona.

FEDEZ – 7,5. È apparso più rilassato del solito e ci è piaciuto il fatto che, finalmente, abbia imparato a conoscere e apprezzare il suo nuovo collega Lodo.