06/12/2018

Prima della Scala “diffusa”: Attila conquista tutta Milano

Venerdì 7 dicembre l'opera Attila di Giuseppe Verdi inaugura la stagione scaligera. Anche quest’anno sarà possibile assistere alla proiezione su maxischermo in tanti luoghi significativi di Milano. Ecco la guida a tutti gli eventi
Attila - prima Scala 2018

Venerdì 7 dicembre sarà  Attila di Giuseppe Verdi, diretto da Riccardo Chailly e con la regia di David Livermore ad inaugurare la stagione scaligera. E grazie al progetto “Prima diffusa” del comune in collaborazione con Edison, sarà possibile vivere la Prima della Scala in tutta la città.

Appuntamento in una quarantina di luoghi significativi di Milano (musei ma anche piazze, mercati, un liceo, perfino l’aereoporto) in cui verrà proiettato in contemporanea l’evento.

L’opera in poche righe

Attila di Verdi è composta da un prologo e tre atti. Venne rappresentata per la prima volta nel 1846 al teatro La Fenice di Venezia. La protagonista femminile è Odabella, interpretata dalla soprano spagnola Saioa Hernández mentre quello maschile, che dà anche il titolo all’opera, è Attila (il basso Ildar Abdrazakov). Le vicende sono ambientate ad Aquileia intorno alla metà del V secolo a.C, dove Odabella, figlia del signore locale, ha perduto l’intera famiglia in seguito al saccheggio della città da parte di Attila, re degli Unni, ed intende vendicarsi uccidendolo. Sicura e determinata nelle sue intenzioni, Odabella informa il suo amato Foresto (il tenore Fabio Sartori) del piano di vendetta. Ai personaggi centrali dell’opera si aggiunge il generale romano Ezio (il baritono George Petean), nemico storico del re degli Unni, che compare già nella prima parte dell’opera. Prima offre ad Attila un’alleanza per il controllo dell’Italia e poi, vedendo rifiutato il suo tentativo di accordo, decide di allearsi con Odabella per portare a termine lo stesso obiettivo: uccidere Attila.

In tutta Milano

Il cuore dell’iniziativa sarà la diretta mondiale della Rai in collaborazione con il Teatro alla Scala. A partire dalle ore 17.45 sarà possibile vedere l’opera in diretta televisiva su Rai 1. A Milano, come da tradizione, sarà possibile assistere alla proiezione su maxischermo della diretta anche in alcune sedi diventate ormai tradizionali come l’Ottagono, il Teatro dal Verme, il carcere di San Vittore e quello minorile Beccaria ma anche Casa Jannacci e l’aeroporto di Malpensa. Ci sono anche molte new entry come il mercato comunale di piazza Ferrara, il liceo Virgilio, l’ospedale Niguarda e il Mudec. E anche tre grandi alberghi milanesi: il Grand Hotel Villa Torretta, Hotels Four Points by Sheraton e Double Tree by Hilton. Tutti e 9 i municipi di Milano partecipano all’iniziativa. Per maggiori informazioni: www.comune.milano.it

Attila tra mostra e fumetto

Fino al 9 dicembre sono aperte al pubblico le installazioni a cura degli allievi dell’Accademia Teatro alla Scala per vivere l’emozione dell’opera e ripercorrere la sua storia. Il ciel si vestì è l’esposizione di costumi di scena di celebri edizioni scaligere di Attila che si possono ammirare nella Casa Museo Spazio Tadini, mentre Or son liberi i miei sensi mette in mostra al Cine Teatro Delfini i progetti scenografici ispirati ad Attila.

WOW fumetto, invece, presenta Attila dall’opera di Verdi al mito,  un’esposizione che illustra come il re degli Unni è stato raccontato dai fumetti, dall’illustrazione popolare e dal cinema. La mostra sarà visitabile fino al 6 gennaio

Anche al cinema

Tra gli appuntamenti anche una rassegna di film al MIC-Museo Interattivo del Cinema, tra grandi classici e omaggi più ironici. Si comincia giovedì 6 dicembre  alle 15 con Attila di Piero Francisi, protagonisti Sophia Loren e Anthony Queen. L’atmosfera cambia decisamente alle 17 con Attila flagello di Dio con Diego Abatantuono.  Il 7 dicembre, invece, sarà la volta de Il re dei barbari girato in America da Douglas Sirk, con Jack Palance nei panni del re degli Unni.