14/06/2018

Musica: le band indie da ascoltare durante l’estate

Dai Thegiornalisti ai Ministri, passando per i Les Enfants. Ecco le band indie italiane da ascoltare durante l'estate
apertura

Se fino a qualche anno fa la scena musica indie, soprattutto in Italia, veniva associata a una dimensione prevalentemente underground, ora riesce spesso ad avere la stessa visibilità nonché appeal del mainstream.

Sarà che ormai i tempi sono cambiati, come il modo di far conoscere e fruire la musica. E durante l’estate saranno diverse le band indie, più o meno note, da tenere d’occhio e ascoltare.

Band indie diventate (pop)olari

I Thegiornalisti sono pronti a vivere un’estate da protagonisti. La band capitanata da Tommaso Paradiso, infatti, ha appena lanciato il singolo Felicità Puttana (in attesa dell’album Love, in uscita il 21 settembre) che si candida già a tormentone.
Ci sono poi i ragazzi de Lo Stato Sociale che, dopo essersi fatti conoscere nella loro versione più pop all’ultimo Festival di Sanremo, stanno facendo il giro dell’Italia con un bel tour con il quale presentano l’ultimo album Primati. Da quest’ultimo è stato tratto il singolo Facile.
I più giovani, amanti della trap, non potranno fare a meno di avere nel proprio iPod British, il nuovo singolo dei Dark Polo Gang. Alla giovane band è stata anche dedicata una serie, in onda su Infinity, in cui si racconta la loro quotidianità dietro le quinte.
Sul fronte rock come non ricordare i dirompenti Ministri, che stanno per partire per il loro tour estivo, durante il quale riproporranno i successi di dodici anni di carriera oltre ai brani del nuovo album Fidatevi.

Band da scoprire

Ci sono poi quelle band che si stanno facendo strada pian piano, ma che meritano di essere scoperte al più presto. Un esempio? I milanesi Les Enfants, che dopo aver presentato il loro dream pop all’ultima edizione di X Factor, hanno continuato il loro percorso sulla scena indie pubblicando un album dal titolo Isole. Ora, in vista dell’estate, porteranno la loro musica (fatta di elettronica, pop e cantautorato) in giro per l’Italia con il Grida Forte Tour (che prende il titolo dal loro ultimo video).
Arrivano invece dalla Toscana Io, Virginia e il Lupo che hanno vinto l’edizione 2018 di Arezzo Wave Toscana e pubblicato un Ep intitolato Domenica. La loro missione? Re-inventare il rock e re-interpretare il synth-rock.
C’è poi chi è già proiettato in una dimensione internazionale come i bolognesi Joycut, che dopo aver suonato nel 2014 al celebre SXSW di Austin e aver fatto un tour in Inghilterra, torneranno a Londra per partecipare al Meltdown Festival. A volerli qui il curatore di questa edizione, ovvero Robert Smith dei The Cure. La loro musica si muove su territori elettronici sperimentali.