13/01/2019

Io sono Mia, anteprima al cinema del biopic su Mia Martini con Serena Rossi

Laura Frigerio
A cura di Laura Frigerio
Pubblicato il Aggiornato il 16/01/2019

Io sono Mia sarà nelle sale come evento dal 14 al 16 gennaio, per poi arrivare in tv a febbraio. A interpretare l'indimenticabile Mia Martini una straordinaria Serena Rossi

IO-SONO-MIA---1449---Serena-Rossi-nel-ruolo-di-Mia-Martini---una-produzione-Eliseo-Fiction-in-collaborazione-con-Rai-Fiction-Bepi-Caroli.JPG

A 30 anni esatti dalla pubblicazione della stupenda Almeno tu nell’universo, che vinse il premio della critica al Festival di Sanremo (ora a lei dedicato) rilanciando la carriera di Mia Martini, esce Io sono Mia, il biopic a lei dedicato.

Il film, prodotto da Luca Barbareschi e diretto da Riccardo Donna, arriverà nelle sale come evento (con distribuzione Nexo Digital) il 14, 15 e 16 gennaio per poi essere mandato in onda a febbraio su Rai 1.

A interpretare l’indimenticabile cantante una straordinaria ed emozionante Serena Rossi, per la quale sembra essere finalmente arrivato il momento della meritata consacrazione.

Tra alti e bassi da vertigine

La narrazione parte nel 1989, durante il Festival di Sanremo. Mia Martini percorre i corridoi che portano al palco del Teatro Ariston, dove canterà la sua Almeno tu nell’universo, canzone con cui è decisa ad aprire un nuovo capitolo della sua carriera, ma anche della sua vita.
Intervistata da Sandra, una giornalista a Sanremo con l’obiettivo di incontrare Ray Charles e che la considera solo un ripiego, Mimì ripercorre la sua vita. Parte quindi una serie di flashback che raccontano gli inizi difficili da bohémienne, ma anche il rapporto complesso col padre che, pur amandola, la ostacola fino a farle male. Si arriva quindi a quella storia d’amore contrastata, che la travolge segnando il suo destino sentimentale e a quel terribile marchio infamante di iettatrice che le si attacca addosso come la peste, condizionando la sua carriera con alti e bassi vertiginosi.

Un omaggio doveroso e un ricordo doloroso

Mia Martini (al secolo Domenica Rita Adriana Bertè) ci ha lasciato il 12 maggio 1995. Il suo corpo senza vita venne trovato nella sua casa di Cardano al Campo (Varese) e, secondo i referti medici, il motivo del decesso fu un arresto cardiaco da overdose di stupefacenti. Si parlò anche di suicidio, una tesi a cui la sorella Loredana Bertè non ha mai creduto. È proprio Loredana (che nel film è interpretata da Dajana Roncione) ad esprimere la sua gratitudine nei confronti di chi ha realizzato Io sono Mia: «Mimì sarebbe molto fiera di questo film, ne sono convinta. E io ne sono di più».
Questo è un doveroso omaggio a una delle voci più belle, intense e commoventi della musica italiana, ma anche un ricordo doloroso perché ripercorre tutte le ingiustizie che ha subito da quel mondo dello spettacolo che oggi (con grande ipocrisia) osanna la sua arte.