07/03/2019

Il silenzio dell’acqua: Ambra Angiolini e Giorgio Pasotti indagano

Veronica Colella Pubblicato il Aggiornato il 07/03/2019

Per Ambra Angiolini è la prima serie tv. Ad affiancarla Giorgio Pasotti, che invece conosce bene il genere. Appuntamento con Il silenzio dell'acqua venerdì 8 marzo in prima serata, su Canale 5

il-silenzio-dell'acqua

È in arrivo una miniserie poliziesca, sul genere della fortunatissimo crime Broadchurch, che avrà come protagonisti Ambra Angiolini e Giorgio Pasotti.

Si tratta di un giallo in quattro episodi, da gustare un po’ per volta su Canale5 a partire da questo venerdì 8 marzo in prima serata.

Dalle anticipazioni Il silenzio dell’acqua sembra avere tutte le carte in regola per reggere il confronto con le produzioni inglesi e americane. Il formato suggerisce una narrazione densa, in cui le false piste tengono alta la tensione senza correre il rischio di disperderla. I protagonisti, per la prima volta insieme sul set, incuriosiscono: per Ambra Angiolini questo è un debutto nelle serie tv, per Giorgio Pasotti un ritorno sulla scena del crimine dopo la felice esperienza di Distretto di Polizia.

Il paesino idilliaco che nasconde segreti

La premessa è molto simile a quella di Broadchurch: un piccolo e idilliaco paesino di provincia, la scomparsa di un minore, due detective che attraverso le indagini portano alla luce i lati oscuri di una comunità apparentemente quieta e serena. La storia inizia con la scomparsa della sedicenne Laura Mancini (Caterina Biasol), un evento che per il piccolo borgo di Castel Marciano ha quasi dell’incredibile. Familiari, amici e vicini della ragazza sono coinvolti nelle indagini, guidate dal vicequestore Andrea Baldini (Giorgio Pasotti). Il ritrovamento del cadavere porta sulla scena l’agente della Omicidi Luisa Ferrari (Ambra Angiolini), i cui metodi diretti si scontrano immediatamente con l’approccio pacato del collega. A rendere questa collaborazione ancora più difficile c’è anche il fattore emotivo: uno dei sospettati principali è Matteo Baldini (Riccardo Maria Manera), il figlio di Andrea, ultimo fidanzato conosciuto di Laura.

Tutta una comunità sotto accusa

Fortunatamente per Andrea, Matteo non è l’unico indiziato. L’ombra del sospetto si estende progressivamente, fino a toccare quasi tutto il paese: tra gli altri, il bidello della scuola (Nico, interpretato da Giordano De Plano) e l’istruttore di immersioni (Max, Lorenzo Adorni) sembrano sapere più di quanto siano disposti ad ammettere.

La regia e il cast

La regia del progetto è stata affidata a Pier Belloni, che si è fatto le ossa nel campo dei gialli televisivi con R.I.S. – Delitti imperfetti e Squadra antimafia. Le riprese sono state effettuate attorno a Trieste, Duggia e Muino, con il sostegno del MIBAC (Ministero per i Beni e le attività Culturali). Possiamo quindi aspettarci un’ambientazione suggestiva quanto quella del Dorset, nella cittadina immaginaria che fa da teatro alla vicenda. Tra gli altri interpreti, oltre a quelli citati, ci sono anche Valentina D’Agostino, Carlotta Natoli, Fausto Maria Sciarappa, Thomas Trabacchi, Camilla Filippi, Mario Sgueglia, Diego Ribon, Claudio Castrogiovanni e Sabrina Martina.