23/07/2020

Estate 2020: il teatro è all’aperto

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il 23/07/2020 Aggiornato il 23/07/2020

Teatri antichi, castelli e cortili di palazzi storici aggiungono fascino e suggestione a un ricco programma di titoli in tutta Italia: tante le rassegne già iniziate e previste fino a settembre inoltrato

Paolo Rossi

Dopo i mesi di forzata chiusura, sono ritornati in scena gli spettacoli di prosa in molti teatri di tutta Italia, nel rispetto delle regole del distanziamento. Durante le prossime settimane estive saranno numerose le occasioni da non perdere, con big di fama internazionale, attori emergenti, toni giocosi, riflessioni serie e un valore aggiunto di grande effetto: le suggestive ambientazioni all’aperto, fra teatri antichi e palazzi storici, che renderanno più emozionanti le proposte in cartellone. Ecco qualche suggerimento.

Il teatro antico di Taormina, quelli romani di Verona e di Spoleto, il cortile del Maschio Angioino a Napoli e poi piazze e chiostri: per godere di tanti spettacoli sotto le stelle.

Napoli, Maschio Angioino

Durerà fino al 1 agosto Scena aperta, il ciclo di spettacoli portati nel cortile del Maschio Angioino dal Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale. I titoli sono scelti fra quelli che erano pronti al debutto per la stagione 2019-2020. Da segnalare la prima nazionale di “Week-end” di Annibale Ruccello (30-7/1-8), una pièce con suggestioni thriller e rimandi al cinema horror degli anni Ottanta.

Padova, Castello Carrarese e Teatro Verdi – Treviso, Teatro Del Monaco – Venezia, Teatro Goldoni

Ricca e variegata la rassegna estiva Tutti i gusti del teatro, messa a punto dal Teatro Stabile del Veneto, che anima svariati palcoscenici (anche open air) fino al 12 settembre. Tanti i titoli e i protagonisti di spicco, da Ottavia Piccolo con “Donna non rieducabile” (ispirato agli scritti della giornalista Anna Politkovskaja) a “Pane o libertà, su la testa”, il nuovo spettacolo di Paolo Rossi che rimanda alla commedia dell’arte e al teatro greco, da un omaggio a Franca Valeri con Lucia Schierano all’anteprima del nuovo lavoro di Stivalaccio Teatro. Mescolate alle date del cartellone di prosa, molti appuntamenti con la musica (incluso un omaggio a Ennio Morricone).

Taormina (ME), Teatro antico

Non solo concerti, opera lirica e danza: protagonista sotto le stelle sarà anche la prosa, con un attesissimo Gabriele Lavia in veste di regista (prima nazionale di “Medea” di Euripide, 8 agosto) e di attore e regista (“Il sogno di un uomo ridicolo” di Dostoevskij, 9 agosto).

Verona, Teatro romano e Chiostro di Sant’Eufemia

Si snoderà fino al 21 settembre l’Estate teatrale veronese, un mix di prosa, danza e musica. In cartellone, fra gli altri, spettacoli con Paolo Rossi (“Stand up Shakespeare”, 31 luglio), Ugo Pagliai e Paola Gassmann (“Romeo e Giulietta”, 11 settembre), Alessio Boni e Michela Cescon (“Fuga a tre voci”, 12 settembre), Sergio Rubini (“Macbeth solo”, 17 settembre).

Spoleto, Teatro romano e Piazza Duomo

Il 63° Festival dei Due Mondi spazia anche quest’anno dalla musica alla prosa, dalle letture alle pièce in cui si fondono le diverse arti drammatiche. Ci saranno, ad esempio, Isabella Ferrari con “Arianna, Fedra, Didone”, tre monodrammi per attrice, coro femminile e orchestra (22 agosto), Monica Bellucci con “Maria Callas, lettere e memorie”, dedicato alla Divina (27 agosto) e poi Luca Zingaretti, Emma Dante e tanti altri nomi di spicco.