06/03/2021

Sanremo 2021: la diva di questa edizione è Malika Ayane

Laura Frigerio
A cura di Laura Frigerio
Pubblicato il 06/03/2021 Aggiornato il 06/03/2021

Malika Ayane, grande protagonista sul palco dell'Ariston con il brano Ti piaci così ci racconta (via Zoom) come sta vivendo questa sua quinta volta

Sanremo 2021 - Malika Ayane

Tra le grandi protagoniste del 71esimo Festival di Sanremo c’è Malika Ayane, artista che è riuscita ancora una volta ad incantarci con la sua voce, la sua eleganza e una presenza scenica che solo le grandi dive hanno. Chissà se lei, così dolce e semplice, se ne rende conto.

La sua Ti piaci così è una delle canzoni più belle di questa edizione e, nonostante le classifiche sanremesi (sempre piuttosto bizzarre) non la valorizzino pienamente, sta ottenendo un grande riscontro di pubblico.

Tanto che è tra le dieci canzoni del festival più suonate dalle radio. Noi l’abbiamo incontrata via Zoom, in diretta dalla città dei fiori.

Il suo percorso a Sanremo

Questa è la quinta volta che Malika Ayane partecipa al Festival di Sanremo, l’ultima è stata nel 2015. «Rispetto al mio ultimo festival sono cresciuta, sono meno preoccupata del giudizio degli altri e non mi faccio più prendere dall’ansia di chi deve fare bene il suo compito a casa» spiega. «Sono in un momento in cui mi sto divertendo e penso che sia la cosa migliore che si possa fare su un palco dove sono iniziate tante cose e che ha caratterizzato delle fasi della mia vita. Ho un grande senso di gratitudine, di libertà ed è molto bello».

Ti piaci così è un nuovo capitolo della sua evoluzione, sia musicale che personale: «È da anni che sto facendo un lavoro su me stessa: ho fatto un percorso di terapia, pratico yoga e sport di concentrazione come il pugilato, poi ho iniziato anche a studiare chitarra».

Com’è stato cantare senza pubblico? «In realtà la vivo come una diversa idea di spettacolo. Sentire l’orchestra vicina è come cantare per e con qualcuno, è una esperienza intensa».

Naturalmente non si può evitare l’argomento moda, dato che sul palco del Teatro Ariston sta sfoggiando degli splendidi outfit firmati da Giorgio Armani: «Per me la moda è importante, perché l’abito è estensione della personalità e del proprio stato d’animo. È quello che vogliamo comunicare di noi».

I colleghi che le stanno piacendo di più? «Ho notato autenticità e qualità nel cat. Mi ha stupito La Rappresentante di Lista e mi sono piaciuti molto i Maneskin».

Tutto è pronto per il Manifesto

Il 26 marzo uscirà il nuovo album di Malika Ayane, dal titolo Manifesto. Ecco cosa ci dice a tal proposito: «È il prosieguo dei due precenti Naif e Domino, in cui le emozioni e l’estetica si fondono trovando il giusto equilibrio. Ho lavorato con tanti autori italiani, come Pacifico, Leo Pari e Colapesce Dimartino, che mi hanno dato una visione collettiva della stessa cosa. Invece dal punto di vista strettamente musicale, c’è stata una ricerca sull’estetica della musica francese contemporanea. Il risultato è un album caldo con sonorità nordiche».

E conclude: «Comunque è difficile parlare di musica, meglio ascoltarla». E naturalmente noi non vediamo l’ora di farlo.