23/10/2020

Festa del cinema: Giampaolo Morelli si fa in tre, al cinema, in tv e in streaming

Elena Goretti
A cura di Elena Goretti
Pubblicato il 23/10/2020 Aggiornato il 23/10/2020

Già presente in tutte le sale con Divorzio a Las Vegas, l’attore napoletano sarà tra i protagonisti del nuovo film di Elisa Amoruso, Maledetta primavera, nei panni di un padre decisamente originale

Giampaolo Morelli

Tutti lo vogliono. Tutti lo chiamano. E tutte lo guardano. Giampaolo Morelli è uno degli attori più apprezzati e presenti al cinema, tra film in sala (Divorzio a Las Vegas, con Andrea Delogu e Gianmarco Tognazzi), film in top ten sulle piattaforme streaming (vedi Sette ore per farti innamorare con Serena Rossi) e altri in arrivo.

Parliamo questa volta di Maledetta Primavera, opera prima di Elisa Amoruso presentata in anteprima alla Festa del cinema di Roma.

L’attore è arrivato in forma smagliante direttamente dal set della nuova stagione de L’Ispettore Coliandro, l’ottava per la precisione.

Nei panni di un padre improbabile

Il film – che la regista ha ammesso essere il racconto autobiografico di un momento della sua adolescenza – è la storia di una ragazzina di 11 anni, Nina, che con la sua famiglia si trasferisce da Roma in un quartiere di periferia e qui conosce una coetanea originaria della Guyana francese con la quale crea un rapporto intimo e speciale. Morelli interpreta il padre della protagonista, un uomo stravagante e perlopiù assente, vestito sempre con improbabili outfit hippie (malgrado la storia sia ambientata nel 1989) e in perenne conflitto con la moglie, interpretata da Micaela Ramazzotti.

Un personaggio divertente a cominciare dal look 

«Il personaggio mi è piaciuto da subito, fin dalla costruzione del look» ha raccontato Morelli a Roma. «Con questo aspetto un po’ da figlio dei fiori, le sue camicie sgargianti, gli occhialoni enormi, ma pure per i suoi affari sconclusionati, le auto sfacciate e il biliardo voluto a tutti i costi come tavolo da pranzo… mi ha divertito davvero moltissimo. Con Elisa poi c’è stata una grande sintonia perché quando abbiamo iniziato a girare anch’io stavo per andare sul set del mio primo film da regista: ricordo che eravamo entrambi agitatissimi ed emozionati per il nostro reciproco battesimo dietro la macchina da presa e ci scambiavamo continuamente consigli e opinioni».

Anche regista di successo

L’attore infatti è reduce dalla regia di Sette ore per farti innamorare, la pellicola tratta dal suo libro omonimo pubblicato da Piemme a novembre 2019. Un film divertente (simile per trama a Hitch – Lui sì che capisce le donne con Will Smith) uscito a fine aprile solo on demand a causa dell’emergenza Covid, che durante il lockdown è stato tra i più scaricati e acquistati dal pubblico, tanto da essere poi passato nelle sale a maggio. Considerato il successo, Morelli ha dichiarato di avere già in mente una seconda prova di regia, ma non ha rivelato nessun dettaglio né sulla storia e sulle date. E allora intanto ammiriamocelo nei panni di attore, in Divorzio a Las Vegas (al cinema già dallo scorso 8 ottobre) e con Maledetta primavera dal 12 novembre.