13/07/2019

Spider-Man: Far From Home, il ritorno dei supereroi al cinema

Laura Frigerio
A cura di Laura Frigerio
Pubblicato il Aggiornato il 13/07/2019

Dopo Avengers: Endgame il giovane attore Tom Holland torna al cinema con Spider-Man: Far From Home, in cui veste sempre i panni del celebre eroe Marvel

ok-1spider-man-far-from-home-poster

Vi avvisiamo: se avete intenzione di andare al cinema a vedere Spider-Man: Far From Home dovreste prima aver visto Avengers: Endgame, perché le vicende del celebre eroe Marvel riprendono proprio dopo i fatti raccontati nell’ultimo capitolo dell’amatissima saga.
A vestire i panni di Spider-Man troviamo ancora una volta il giovane attore Tom Holland, che è riuscito a dare al personaggio una nuova freschezza, creando una maggiore sintonia con il pubblico.
La sua prima volta con la tutina rossa è stata nel film Captain America: Civil War (2016), seguita da Spider-Man: Homecoming (2017) e per l’appunto da Avengers: Endgame (uscito nell’aprile di quest’anno).

Spider-Man: Far From Home è il secondo capitolo della nuova trilogia dedicata a Spider-Man.

La trama

Peter Parker, il nostro “amichevole Supereroe di quartiere”, sta cercando di superare quanto successo e teme di non essere all’altezza delle aspettative che aveva su di lui Tony Stark. Intanto continua la sua vita da adolescente del Queens (New York), che è innamorato della sua compagna di scuola MJ (interpretata da Zendaya) ma non osa dirglielo. Spera di farlo durante una gita in Europa, ma a Venezia viene chiamato da Nick Fury (Samuel L. Jackson), ex capo dello S.H.I.E.L.D., che chiede il suo aiuto per sconfiggere una nuova minaccia, ovvero delle massicce Creature Elementali, ognuna delle quali rappresenta uno dei quattro elementi (Terra, Aria, Acqua e Fuoco). Una battaglia che dovrebbe affrontare insieme a un certo Quentin Back (Jake Gyllenhaal), conosciuto anche come Mysterio, un supereroe che viene da una Terra parallela ed è ben determinato a sconfiggere questi mostri. Peter non può nemmeno immaginare cosa lo aspetta e si troverà a fare i conti con il suo destino.

Spider-Man al cinema

Nato nel 1962 dalla creatività e dalla penna di Stan Lee e Steve Ditko, Spider-Man è stato portato al cinema ben sette volte, dal 2002 ad oggi.
La prima trilogia è stata diretta da Sam Raimi e ha visto come protagonista Tobey Maguire: Spider-Man è uscito nel 2002, Spider-Man 2 nel 2004 e Spider-Man 3 nel 2007, con ottimi incassi a livello mondiale.
Seguono due film diretti da Marc Webb, con Andrew Garfield nei panni di Peter Parker (una scelta che non è piaciuta a tutti): The Amazing Spider-Man (2012) e The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro (2014), che non sono riusciti ad eguagliare il successo dei precedenti.
Poi le carte sono state rimescolate e ci si è affidati al regista Jon Watts per una nuova trilogia, che ci ha restituito (anche grazie alla bravura di Tom Holland) un super-eroe più simpatico e anche determinato: nel 2017 Spider-Man: Homecoming è stata una bella sorpresa ai box office e lo stesso destino lo si aspetta per Spider-Man: Far From Home