09/05/2019

Festival di Cannes 2019: tutto quello che c’è da sapere

Laura Frigerio
A cura di Laura Frigerio
Pubblicato il Aggiornato il 09/05/2019

La 72esima edizione del Festival di Cannes si terrà dal 14 al 25 maggio. Tra le star più attese Brad Pitt, Leonardo DiCaprio e Margot Robbie. In concorso c'è un solo film italiano, Il traditore di Marco Bellocchio con Pierfrancesco Favino

cannes 2019

Pronti a sognare, anche se a distanza, con il Festival di Cannes? Prepariamoci, perché dal 14 al 25 maggio sentiremo parlare tanto di cinema (di qualità) e sarà tutto un susseguirsi di immagini, in diretta dalla Croisette, con grandi star internazionali che sfilano su uno dei red carpet più glamour del pianeta. Quindi, per non farvi trovare impreparati, abbiamo pensato a una piccola ma preziosa guida, con ciò che dovete assolutamente sapere.

Film d’apertura e chiusura

Ad aprire la 72esima edizione del Festival di Cannes sarà I morti non muoiono, il nuovo film di Jim Jarmusch (in concorso) ambientato in una tranquilla cittadina di provincia scossa all’improvviso da un’apocalisse zombie. Un mix di commedia e horror, che sicuramente farà parlare.

A chiudere la kermesse Hors normes, una commedia a sfondo sociale firmata da Olivier Nakache ed Éric Toledano (fuori concorso), registi già noti grazie al successo di Quasi amici. Al centro Bruno e Malik, responsabili di due organizzazioni non profit attive nel mondo dei bambini e degli adolescenti autistici.
A presentare le due cerimonie (di chiusura e apertura) sarà, come lo scorso anno, l’attore Édouard Baer.

Gli omaggi

La locandina di Cannes 2019 è un omaggio alla regista belga Agnès Varda (scomparsa lo scorso 29 marzo): viene riprodotta infatti una sua immagine sul set de La pointe courte, il suo primo film (datato 1955).

È stato inoltre confermato, nonostante le polemiche, la consegna della Palma d’onore ad Alain Delon. Per chi non avesse seguito la vicenda: secondo i movimenti  #MeToo e Time’s Up sarebbe “un uomo dai valori ripugnanti”. Ci attendiamo quindi scintille.

La presenza italiana

Il Festival parla anche italiano, a partire dalla giuria del concorso principale (presieduta da Alejandro González Iñárritu) dove troviamo la regista Alice Rohrwacher, che è particolarmente legata a Cannes (nel 2014 ha vinto il Grand Prix Speciale per Le meraviglie e nel 2018 il premio per la miglior sceneggiatura per Lazzaro felice).

A proposito del concorso principale, segnaliamo che c’è un solo film italiano in gara ovvero Il traditore di Marco Bellocchio, che narra la storia di Tommaso Buscetta, celebre mafioso e poi collaboratore di giustizia, interpretato da Pierfrancesco Favino.

Nella sezione Un Certain Regard c’è invece una co-produzione Francia-Italia: si tratta de La famosa invasione degli orsi in Sicilia di Lorenzo Mattotti. Vanta bandiera italiana anche Tommaso di Abel Ferrara, inserito tra le proiezioni speciali. Invece tra le proiezioni speciali della sezione Quinzaine des Réalisateurs c’è The Staggering Girl di Luca Guadagnino.

Film e star più attese

Non giriamoci tanto intorno: a Cannes 2019 il film più atteso è C’era una volta a… Hollywood di Quentin Tarantino (in concorso). Ambientato nella Los Angeles del 1969, segue le vicende di un attore televisivo e della sua controfigura che tentano di entrare nell’industria cinematografica hollywoodiana, sullo sfondo degli omicidi della famiglia Manson. Grandi protagonisti, che si spera di avvistare e ammirare sulla Croisette, Brad Pitt con Leonardo DiCaprio e Margot Robbie.
In concorso anche l’ultimo di Pedro Almodovar, Dolor y Gloria, con Antonio Banderas nei panni del regista Salvador Mallo che ricorda con nostalgia tutta la sua vita.

Il già citato film di Jim Jarmusch, I morti non muoiono, potrebbe portare su red carpet Adam Driver, Bill Murray, Chloë Sevigny, Selena Gomez, Steve Buscemi, Tilda Swinton, Danny Glover, Tom Waits e Iggy Pop. Invece Roubaix, une lumiére di Arnaud Desplechin vedrà Léa Seydoux al centro di un caso di omicidio.

Sempre in concorso, ci sono grandi aspettative (anche se con cast meno mainstream) per: A Hidden Life di Terrence Malick, Le jeune Ahmed di Jean-Pierre e Luc Dardenne. Mektoub, My Love: Intermezzo di Abdellatif Kechiche, Matthias et Maxime di Xavier Dolane Sorry We Missed You di Ken Loach.

Fuori concorso arriverà invece Rocketman di Dexter Fletcher, che vedrà il giovane attore Taron Egerton vestire i panni del mitico Elton John.

E poi, come già succede anche alla Mostra del cinema di Venezia, si darà spazio al mondo delle serie tv con l’anteprima di Too Old to Die Young creata e diretta da un regista cult come Nicolas Winding Refn (nel cast, tra gli altri, Miles Teller e Jena Malone).

Notizia dell’ultima ora: a Cannes arriverà anche Sylvester Stallone, per presentare in anteprima le prime immagini di Rambo 5 – The Last Blood.