04/03/2019

Fashion Week 2019/2020: vince la creatività

Laura Frigerio
A cura di Laura Frigerio
Pubblicato il Aggiornato il 20/03/2019

Da Londra a Parigi, passando per Milano. Ecco le cose più curiose che abbiamo visto alle presentazioni delle ultime Fashion Week in giro per il mondo

sfilate ai 2019/20

Moda è sinonimo di creatività. Quest’ultima però non viene espressa solo nelle collezioni, ma anche in tutto ciò che ci gira intorno. D’altra parte abiti e accessori raccontano sempre una storia, quindi perché non farci immergere subito nel loro mood? Ecco quelle che ci hanno più colpito alle ultime settimane della moda femminile, in giro per il mondo.

Non è un caso che, ad ogni Fashion Week, alcune maison alle sfilate e alle presentazioni tradizionali preferiscano quelle più fantasiose e originali.

New York Fashion Week, con tocchi ispanici

Ad aprire le danze in questa stagione è stata la New York Fashion Week (dall’8 al 16 settembre), dove in mezzo a una certa tradizionale sobrietà è spiccata l’affascinante sfilata della collezione Fall-Winter 2019/2020 di Oscar de la Renta. La maison, ispirata dalla moschea-cattedrale di Córdoba, ha trasformato il celebre ristorante Cipriani portando un po’ di Spagna nella Grande Mela.
Christian Siriano ha invece portato i suoi invitati in cima al Rockefeller Center, presentando la sua collezione futuristica con una meravigliosa vista su Manhattan.

London Fashion Week, all’insegna della sostenibilità

Nel corso della London Fashion Week (che si è tenuta dal 15 al 19 febbraio), una presentazione che ha colpito è stata quella di Mother of Pearl. Il brand, che realizza moda sostenibile (con fibre naturali e tracciabili), ha dato appuntamento alla Fitzrovia Chapel (cappella gotica di grande fascino del centro di Londra) dove ha allestito una piscina piena di palline bianche a cui si poteva accedere solo scalzi. Al centro della cappella le modelle che indossavano i capi.

Milano Fashion Week, tra maschere e quiz

Come sempre la Milano Fashion Week (19-25 febbraio) si è distinta, anche grazie a grandi maison che ci hanno tenuto a fare la differenza. Basti pensare a Gucci, che ha fatto sfilare i suoi modelli con delle maschere (di sinistro fascino) su una passerella a forma di pista ellittica, illuminata da 120.000 lampadine e rivestita di specchi.
I colori hanno come sempre dominato la sfilata di Moschino, che stavolta ha scelto come tema i quiz degli anni’80, presentando nel suo allestimento proprio dei mini-studi televisivi.

Paris Fashion Week, a suon di musica

È iniziata lunedì 25 febbraio e terminerà il 5 marzo la Paris Fashion Week, che per il momento ha avuto il suo momento clou nella sfilata-show di Tommy Hilfiger in stile disco con tanto di special guest del calibro di Grace Jones. Con l’occasione lo stilista ha presentato una collezione ispirata agli anni ’70 realizzata in collaborazione con la cantante-attrice Zendaya.