23/02/2021

Trend moda, il look perfetto per le video-call

Laura Frigerio
A cura di Laura Frigerio
Pubblicato il 23/02/2021 Aggiornato il 24/02/2021

Ormai le riunioni di lavoro (e non solo) si sono trasformate in video-call. Come vestirsi? Ecco i consigli per un look impeccabile

moda video call

Nell’ultimo anno, causa pandemia, la nostra quotidianità è cambiata e di conseguenza anche le nostre abitudini, sia private che lavorative. E così, nell’epoca dello smart working dominante, capita di fare sempre più spesso delle riunioni (e non solo) in versione video-call. E qui la domanda nasce spontanea: come vestirsi?

Il fatto di trovarsi, il più delle volte, tra le mura domestiche non dovrebbe assolutamente farci cadere nella tentazione di presentarci davanti alla webcam in tuta (o ancor peggio in pigiama!), ma anzi spingerci a vestirci come se dovessimo uscire (o quasi).

Ecco quindi qualche suggerimento per avere un look perfetto per la situazione.

Giacca o pullover?

Solitamente alle riunioni di lavoro (in particolare se tra i partecipanti ci sono i propri capi o clienti) ci si veste in maniera consona, quindi la giacca è praticamente d’obbligo. Anche in casa? Perchè no, è un capo che riesce sempre a dare un tocco di eleganza e professionalità. Magari, dato che ci si trova tra le mura domestiche, si può puntare su modelli meno formali, più sbarazzini e corti come quelli proposti da brand come Mango, oppure su qualcosa che “flirti” con il casual come la “giacca trasformista” di Marc Point Venezia dalle linee morbide e con solo bottone.
Se però la giacca per una riunione via Zoom o un webinar vi sembra “too much” c’è sempre l’alternativa maglioncino carino. In particolare vi consigliamo un bel cardigan, con il quale non si sbaglia mai. La scelta è ampia e si parte con modelli basic, su cui punta la collezione Spring-Summer 2021 di un brand leader come Falconeri, che ci propone cardigan in cashmere ultralight dai colori vivaci (dal rosso corallo al verde mela). Però, se la situazione lo consente, si può anche essere più scherzose e scegliere sia cardigan che maglioni più elaborati e originali, con ruche o fantasie (trovate qualche capo nella collezione di Mango).
Avete caldo? C’è sempre l’opzione camicia, che anche in questo caso va scelta con attenzione. Quella bianca è un classico, ma si può optare anche per altri colori delicati o fantasie accennate (vi consigliamo di dare un’occhiata alla nuova collezione di Les Copains). Però se non volete apparire troppo spente a favore di webcam, potete osare con qualche fantasia più decisa, magari a fiori dato che pian piano ci si avvicina alla primavera (in questo caso potete trovare ciò che fa al caso vostro nella collezione di Gant).

E sotto cosa indossare?

Quando ci si prepara per una video-call è naturale pensare in primis al look da mezzobusto, perché è quello che viene ripreso dalla webcam. Così scatta l’insana tentazione di rimanere, sotto, con i pantaloni della tuta o persino del pigiama. Questo è un errore assolutamente da non commettere, prima di tutto perché dobbiamo avere rispetto di noi stesse e imporci di farci belle come se dovessimo uscire. E poi come la mettiamo se, per caso, siete costrette ad alzarvi all’improvviso (magari per rispondere a una telefonata o al campanello di casa)? Il peccato di pigrizia verrebbe svelato!
Se proprio non volete indossare pantaloni eleganti, almeno optate per un paio di jeans, magari con un tocco trendy. Lo stilista Alessandro Enriquez ha persino dedicato una capsule collection al jeans, proponendo pantaloni e anche minigonne d’ispirazione ’90s e fit regular (il tutto realizzato senza l’utilizzo di agenti chimici).
Volete essere eleganti e comode al tempo stesso? Potete pensare a una bella jumpsuit: le propone anche Leisure, la capsule collection di Le Petite Robe di Chiara Boni pensata proprio per questo nuovo stile di vita, più casalingo ma sempre glamour.

Sfogliate la nostra gallery