01/03/2019

Yoga, la Locusta contrasta ritenzione e cellulite. E migliora anche il sesso!

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 01/03/2019

La posizione chiamata Salabha asana riequilibra i fastidi e le irregolarità nel funzionamento dell’apparato urogenitale, ma contrasta anche gli sbalzi emotivi e migliora la vita sessuale

yoga morelli - locusta

Provate la posizione yoga della Locusta (Salabha asana) per riequilibrare la funzionalità degli organi dell’apparato urogenitale, e quindi contrastare anche fastidi e irregolarità mestruali, disfunzioni e turbe sessuali: la suggerisce Maurizio Morelli, insegnante e formatore certificato, nel suo libro Yoga con gli oli essenziali (Red!). Questo asana, infatti, agisce in modo particolare sul secondo Chakra, che nella filosofia indiana è situato all’altezza dell’osso sacro: la sua energia regola gli organi attigui ed è connessa con la circolazione dei liquidi corporei, quindi ha effetti benefici in presenza di tutti i disturbi fisici procurati da ristagni, ritenzione e squilibrio nei flussi, ma anche nelle anomalie psicoemotive della sfera sessuale.

L’esercizio stimola e promuove la purificazione del fluidi corporei, attraverso l’azione di organi come i reni e il sistema linfatico, ed è quindi utile anche per la sua azione detox.

Si comincia in modo dinamico

La prima fase dell’asana (nella foto) è dinamica. Sdraiatevi prone e, inspirando, staccate dal suolo il braccio destro e la gamba sinistra, immaginando che qualcuno li tiri dalla mano e dal tallone. Manteneteli sollevati per 7 secondi, poi espirando tornate alla posizione iniziale. Eseguite di nuovo, sollevando questa volta il braccio sinistro e la gamba destra. Ripetete il tutto 10 volte.

La seconda fase è più statica

L’asana prevede poi una seconda fase statica (molto efficace per la tonificazione dei glutei): unite i talloni e, attivando la muscolatura del “core” ed espirando, sollevate le gambe, il busto (spalle lontane dalle orecchie) e la testa, rimanendo in posizione per 15-60 secondi.

L’idea in più

La pratica yoga può essere resa più efficace se viene abbinata a un corretto uso degli oli essenziali, che stimolano e riequilibrano variamente l’organismo. Per i disturbi connessi al ciclo mestruale è consigliato un massaggio circolare del basso ventre e del sacro, una settimana prima delle mestruazioni, con olio di jojoba miscelato a olio essenziale di finocchio, basilico, camomilla, maggiorana, ginepro o rosa. Le dosi sono: per 100 g di olio vettore, 4 g di olio di finocchio, 3 g di basilico, 3 g di camomilla, 5 g di maggiorana, 2 g di ginepro e 1 g di rosa. Per gli squilibri generali della sfera genitale e sessuale, diffondete nell’ambiente in cui dormite oli essenziali di sandalo, gelsomino, ginepro, lavanda, cedro, arancio amaro, cannella e incenso.