08/03/2019

Yoga: con l’Arco cancelli le emozioni negative. E rafforzi glutei e schiena

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 08/03/2019

L'Arco è un asana che riequilibra l’emotività, contrastando soprattutto gli stati d’animo distruttivi come la rabbia, l’egoismo, l’avidità. Dal punto di vista fitness tonifica la muscolatura posteriore

yoga - arco

Secondo la tradizione indiana, il terzo centro da cui si irradia l’energia corporea (Manipura chakra) è quello che regola le funzioni digestive e da cui dipendono l’emotività e l’ego: ansia e senso di inferiorità, ma anche iperattività, curiosità, possessività, spirito di iniziativa, rabbia, avidità sono tutti stati d’animo connessi a Manipura. Il terzo chakra si trova infatti all’altezza del plesso solare, fra l’ombelico e il diaframma, una zona ricca di terminazioni nervose, da cui dipendono i sentimenti violenti e talvolta distruttivi e anche gli sbalzi di umore repentini. L’insegnante di yoga Maurizio Morelli, nel suo libro “Yoga con gli oli essenziali” (Red!), suggerisce un asana utile per riequilibrare proprio Manipura: la posizione dell’Arco (Dhanur asana).

Dal punto di vista fitness, l’esercizio rinforza i glutei e i muscoli della schiena.

Come si esegue

Sdraiatevi prone, flettete le gambe (alluci a contatto) e afferrate le caviglie con le mani. Espirando, contraete i glutei e sollevate da terra il busto e le cosce. La testa è eretta e il movimento non nasce tanto dalla trazione esercitata con le braccia, quanto dall’attivazione della catena muscolare posteriore. Rimanete in posizione da 20 secondi a un massimo di 2 minuti, respirando regolarmente.

Attenzione: prima di inarcare il corpo è importante allungarlo, in particolare la colonna vertebrale. Fatelo “a sensazione”, immaginando di distanziare le vertebre l’una dall’altra. Alla fine della tenuta, invece, rilassatevi: posizione inginocchiata, glutei sui talloni, flettete il busto e la testa sulle cosce (posizione yoga della Foglia).

L’idea in più

Offrire all’organismo anche una stimolazione olfattiva, durante la pratica yoga, può essere molto utile per potenziare i benefici delle sequenze eseguite. Per riequilibrare il terzo chakra è consigliabile vaporizzare nell’ambiente oli essenziali ad hoc, come quelli di basilico, cipresso, arancio amaro, finocchio, limone, alloro, melissa, timo. Rivolgetevi a un esperto per farvi indicare le corrette proporzioni della miscela.