15/03/2019

Yoga, con il Mezzo ponte scolpisci glutei e schiena. E respiri anche meglio

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 15/03/2019

Questo asana yoga “di apertura” è utile per espandere la gabbia toracica e stimolare la funzionalità polmonare e mette in gioco tutti i muscoli del corpo

yoga morelli - mezzo ponte

Malanni da raffreddamento, asma, allergie stagionali. Ma anche difficoltà respiratorie provocate dall’ansia, che blocca il diaframma e riduce l’espansione dei polmoni in fase di inspirazione. Lo yoga può offrire un aiuto per combattere questi problemi. In particolare, questi fastidi sono in correlazione con il quarto chakra, il centro energetico che secondo la filosofia indiana si trova in corrispondenza del cuore e regola (fra l’altro) proprio la funzionalità del sistema cardiorespiratorio. Per riportare l’equilibrio, è quindi necessario eseguire degli asana che stimolino e interferiscano con il quarto chakra: uno di questi è la posizione del Mezzo ponte dinamico.

Dal punto di vista fitness, la posizione è un efficace esercizio total body, con focus sulla muscolatura della schiena e dei glutei.

Come si esegue

Maurizio Morelli, insegnante e formatore certificato,autore di “Yoga con gli oli essenziali” (Red!) ci spiega come eseguire il Mezzo ponte. Sedetevi a terra, con le gambe semiflesse, i talloni in appoggio al suolo, le mani appoggiate appena dietro ai glutei, il mento contro il petto e i polmoni vuoti. Inspirate e, facendo forza sulle mani e sui piedi, sollevate dal pavimento il bacino e portatelo il più in alto possibile, fino ad assumere una posizione “a tavolino”, con la testa che progressivamente si alza, allontanando il mento dal petto. Rimanete in questa posizione qualche secondo, a polmoni pieni, poi sedetevi di nuovo e ripetete 5-10 volte.

A chi è sconsigliato

L’asana, molto utile per “aprire” la gabbia toracica, è controindicato solo in caso di patologie vertebrali o alle articolazioni delle spalle e dei polsi.

L'idea in più

Abbinare la pratica yoga e l’uso degli oli essenziali, amplifica i benefici, in particolare se l’obiettivo è combattere i disturbi del sistema respiratorio. Sono adatti gli oli essenziali di bergamotto, timo, maggiorana e mirto, da vaporizzare nell’ambiente durante il sonno.