Surya Bodhi per dormire serene, scacciare l’ansia, digerire meglio

Emanuela Bruno
A cura di
Pubblicato il Aggiornato il 03/07/2018
Il Surya Bodhy è una disciplina ibrida, che fonde asana dello yoga e posizioni dell’antica arte marziale cinese dello Yi-Quan per restituire energia e benessere in pochi mesi
DEHA

Il nome significa “risveglio del sole interiore” ed è una particolare disciplina che accende e riequilibra la forza vitale, integrando gli asana dello yoga con alcuni esercizi ripresi da un’antica arte marziale cinese, l’Yi-Quan.

Nonostante il lavoro fisico intenso, durante la pratica l’attenzione deve rivolgersi soprattutto all’ascolto delle emozioni che si provano, per cogliere la crescita dell’equilibrio e del benessere interiore.

Yoga + arte marziale

Come spiega l’ideatore, l’insegnante Andrea Manera, lo yoga libera il flusso del prana (cioè dell’energia), riarmonizzandolo e sciogliendo gli eventuali blocchi che lo rallentano. Si è così predisposto al più completo benessere psicofisico, pronti per l’Yi-Quan, una disciplina utilizzata anche dai medici in Cina per la cura di numerose patologie, perché stimola e accresce l’energia vitale attraverso il mantenimento di precise posizioni del corpo. La tecnica cinese può quindi completare e “potenziare” i benefici dello yoga.

Scopri le posizioni dell’Yi Quan

La prima fase della lezione, dedicata allo yoga, prevede un riscaldamento dinamico, con il “saluto al sole” e una serie di esercizi per sciogliere il corpo. Si passa quindi a una sequenza di asana e si conclude il lavoro con il mantenimento delle posizioni dell’Yi-Quan. Quali? Ad esempio ci sono le posizioni dette del palo eretto (in cinese Zhan Zhaung) in cui siete in piedi, con le gambe lievemente divaricate, le ginocchia appena piegate, la testa spinta verso l’alto e il bacino un poco retroverso. Le braccia sorreggono un’immaginaria grande sfera, posta davanti al bacino, ma possono anche essere sollevate all’altezza delle ascelle o degli occhi, oppure aperte di lato.

Così l’energia si riattiva

Ogni variante riattiva e potenzia l’energia in una diversa zona del corpo: basta mantenere la posizione aumentando progressivamente il tempo, guardando verso l’infinito, respirando liberamente e lasciando i pensieri liberi di fluire.

Tutti i benefici della pratica quotidiana

La pratica del Surya Bodhi non è limitata agli incontri con l’insegnante. Col tempo si diventa autonomi ed è consigliabile ripetere le sequenze anche a casa propria. Dedicandosi a questo esercizio quotidianamente, avvertirete benefici notevoli già dopo tre mesi: si recuperano più facilmente le energie dopo uno sforzo o una giornata faticosa, il sonno diventa più profondo e ristoratore, l’ansia si attenua, la digestione e le altre funzioni dell’organismo si riequilibrano.