18/10/2018

Pronte per il Milano Yoga Festival?

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 18/10/2018

Dal 19 al 21 ottobre al Palazzo del Ghiaccio di Milano si tiene la tredicesima edizione dello Yoga Festival. Il tema di quest'anno è "Conosci te stesso"

Yoga Festival

“Conosci te stesso” è il tema intorno al quale si snoda la 13a edizione del Milano Yoga Festival, la più grande e autorevole manifestazione dedicata in Italia all’antica disciplina indiana, che attira ogni anno un numero crescente di praticanti e appassionati (nel 2017 le presenze sono state circa 7000).

L’appuntamento è per una tre giorni di masterclass, lezioni gratuite, eventi, conferenze, seminari e approfondimenti nella nuova location del Palazzo del Ghiaccio, dal 19 al 21 ottobre.

Obiettivo: scoprire come e attraverso quali strumenti lo yoga possa aiutarci a scavare dentro di noi, alla ricerca dell’armonia e dell’equilibrio.

Imparare ad ascoltarsi

«La pratica dello yoga investe tutti gli aspetti della nostra vita e non solo quello fisico (il più noto e seguito in Occidente). Imparare ad ascoltarsi e a sintonizzarsi con se stessi è uno dei più importanti benefici per gli yogi, perché permette di raggiungere un benessere completo» spiega Giulia Borioli, presidente e fondatrice di Yogafestival.

Tanti maestri di fama internazionale

Il Festival ha un approccio divulgativo, per far conoscere lo yoga anche ai principianti e ai semplici curiosi, ma soddisfa anche i palati più esigenti ed esperti, perché raduna un gran numero di maestri di fama internazionale, ciascuno dei quali darà la sua chiave di lettura al tema della manifestazione. Qualche nome? Troverete l’indiano Swami Govindananda con il suo Bhakti yoga, lo yoga della devozione, fra recita di mantra e meditazione. L’eclettico argentino Nico Luce proporrà il suo Vinyasa e inedite contaminazioni con il mondo dei Nativi americani. Morena Shree Sundari Firpo vi avvolgerà con lo yoga della tradizione e il suono dell’harmonium. Pandhora Williams vi farà scoprire la sua pratica intensamente fisica.  La presenza di una rappresentanza del Matha Gitananda Ashram, unico monastero hindu in Italia, sarà una esperienza unica per tutti i presenti.

Gli italiani puntano sullo yoga al femminile

Ma sono tante anche  le presenze italiane di prestigio: da Gabriella Cella, che propone il suo Ratna Yoga a misura di donna, con un’originale interpretazione delle posizioni, ad Antonio Nuzzo, che parte dai testi antichi e sostiene che il più grande strumento di benessere interiore sia il respiro, da Elena de Martin, con la sua lettura dinamica dell’Ashtanga yoga, a Carla Nataloni, specialista del riequilibrante Yoga ormonale, destinato alle donne ma utile anche agli uomini.

Anche per i più piccoli

E poi non perdetevi le librerie a tema, un punto di ristoro green e lo Spazio bimbi, che ancora una volta si propone di far conoscere i benefici dello yoga per i più piccoli, avviandoli alla pratica con approccio giocoso, attraverso lezioni e intrattenimenti tenuti da esperti.
Il programma completo si trova si www.yogafestival.it