12/10/2017

Yoga: total body workout con la posizione della sedia

Il nome sanscrito è Utkatasana ed è un asana di equilibrio, facile anche per le principianti, in cui si tonifica tutta la muscolatura del corpo
RED!

A prima vista sembra banale, ma Utkatasana (la posizione della sedia) è un asana yoga molto benefico, che comporta un lavoro muscolare intenso e quindi utile per rinforzare e modellare tutta la muscolatura. Pur non comportando uno sbilanciamento del corpo particolarmente accentuato è uno dei cosiddetti asana di equilibrio.

Focus del lavoro è la muscolatura del “core”: non a caso questa posizione viene spesso inserita nelle sequenze dei corsi di gruppo “ibridi”, finalizzati al tone-up.

Come si esegue

Come ci spiega l’insegnante internazionale di yoga Stefania De Mitri, autrice del libro “Yoga, tutte le posizioni di inversione e in equilibrio” (edizioni Red!) per eseguire l’asana dovete essere in piedi, erette, con le gambe unite o divaricate alla larghezza dei fianchi. Inspirate, poi espirando portate il peso del corpo sui talloni, inclinate il busto (che rimane ben eretto) verso le cosce e alzate le braccia (tese) davanti alle spalle. Inspirando, portate le braccia in alto ai lati delle orecchie, sollevate il busto e piegate le gambe, spingendo il bacino all’indietro e facendo in modo che le cosce arrivino a essere pressoché parallele al suolo. L’impressione è quella di sedervi su una sedia immaginaria, tenendo le ginocchia quasi in linea con le caviglie. Rimanete in posizione per alcuni atti respiratori completi, inspirando ed espirando in modo fluido e regolare.

Migliora equilibrio e propriocezione

Il lavoro di tutta la muscolatura del corpo è completo, intenso e molto efficace. Naturalmente le gambe e il “core” vengono sollecitati in modo specifico, con una contrazione isometrica, ma anche i dorsali e le spalle sono coinvolti. Utkatasana migliora l’equilibrio e quindi la propriocezione e la consapevolezza della proprie potenzialità.

La variante per le più allenate

Se siete allenate, esiste una variante chiamata Parivrtta Utkatasana (la seggiola ruotata), in cui si parte dalla posizione a gambe piegate, si portano le mani giunte davanti al petto e si ruota il busto verso destra, arrivando con il tricipite del braccio sinistro in appoggio sulla parte esterna della coscia destra. La testa ruota a sua volta verso destra. Il movimento “avvitato” aumenta l’esigenza di stabilizzare il corpo e sollecita ancora più efficacemente la muscolatura.