31/01/2019

Pool running, la corsa in piscina che fa dimagrire

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 21/02/2019

Correre in acqua consente di sollecitare tutti i muscoli con uno stress ridotto per il fisico e per le articolazioni. E fa bruciare il 75% di calorie in più

pool running

Da noi è ancora poco conosciuto, ma nei Paesi anglosassoni è diventato un must e viene proposto addirittura nei corsi di gruppo, come qualsiasi altro workout: il pool running (non a caso usiamo la definizione inglese) viene infatti consigliato per la sua efficacia a tutti gli appassionati di corsa. In genere pensiamo che correre sia una disciplina solo “terrestre”, invece la si può praticare anche in piscina, sia con l’acqua al petto, quindi con appoggio dei piedi sul fondo, sia in acqua alta, con l’aiuto di giubbotto o cintura galleggiante.

Più faticoso (ed efficace) del running terrestre

Come spiegano gli istruttori Speedo dal punto di vista allenante, il pool running richiede un impegno muscolare e cardiorespiratorio elevato, sia per contrastare la resistenza dell’acqua, sia perché fa lavorare più del running terrestre l’upper body, chiamato in causa dal “core” in su per stabilizzare il corpo. Risultato? +75% di calorie bruciate.

Sbaglia chi pensa che la gym in acqua sia solo una forma di fitness soft per signore: con il pool running si allenano anche atleti di alto livello.

Correre in piscina ha un grande vantaggio: la spinta idrostatica, che alleggerisce il corpo e allevia lo sforzo articolare, e la presenza dell’acqua, che impedisce di avvertire il sudore, fanno sì che ci si possa allenare con un’intensità anche elevatissima, senza quasi rendersene conto. In pratica, il training è meno impattante sul fisico, ma molto più efficace rispetto al running a secco. Lavorano tutti i muscoli, mentre cuore e polmoni sono sollecitati in modo costante.

Come allenarsi

La possibilità di scegliere il ritmo e la falcata adatta al proprio livello di preparazione fisico-atletica permette di accostarsi alla corsa in acqua a qualsiasi età e senza particolari limiti. L’importante è assecondare il corpo e scoprire così una nuova formula di training da alternare a quelle tradizionali, in piscina e in palestra. Se si vuole impostare un piano di lavoro mirato, è bene rivolgersi a un istruttore, ma anche il fai-da-te è benefico per gli effetti slim & tone sul corpo.