05/06/2021

Palestra: un ritorno soft

Simona Lovati
A cura di Simona Lovati
Pubblicato il 05/06/2021 Aggiornato il 06/06/2021

Di nuovo in palestra? Sì, ma con cautela. L’importante è non sovraccaricare muscoli e articolazioni e ricominciare in modo graduale. Parola di personal trainer

ritorno in palestra

Possiamo abbandonare tablet, app e video tutorial. Dopo una lunga pausa, le palestre di tutta Italia hanno riaperto i battenti con rigidi protocolli di igiene e sicurezza.

E se da un lato la voglia di ottimizzare i tempi per smaltire rotolini e cellulite accumulata è tanta, dall’altro occorre prestare attenzione a un corretto piano di allenamento.

Solo così è possibile tornare in forma senza il rischio di farsi male. Leonardo Schiesari, personal trainer Gympass, ha stilato cinque consigli utili per tornare ad allenarsi sul campo e senza stress.

Obiettivo: non esagerare

  1. Dosare bene frequenza e volume. È probabile che il programma di fitness a porte chiuse sia stato diverso rispetto alla routine in un centro fitness, perché questo significa poter riutilizzare attrezzi e macchinari e accedere a carichi e pesi che non sono stati utilizzati per un po’ di tempo. Il corpo percepisce tutto questo come uno stimolo nuovo, che è positivo per migliorare il fisico e la performance, ma occorre comunque non strafare. Il consiglio è ricominciare con un aumento graduale e progressivo dei carichi.
  1. Qualità non quantità. È meglio concentrarsi sulla qualità, sull’esercizio dal punto di vista tecnico corretto piuttosto che puntare alla distanza percorsa o al tempo in cui siamo riuscite a completare il circuito.
  1. Warm-up e cool-down. La buona riuscita di un allenamento è data soprattutto dal riscaldamento, che deve essere visto come prevenzione di un infortunio. Così come il defaticamento che, oltre a riportare il corpo a uno stato di riposo iniziale, è anche un metodo per velocizzare i tempi di recupero tra una seduta di training e l’altra.
  1. Non fissarsi sulla forma fisica pre-covid. Entrare e uscire dall’isolamento ha cambiato la fitness routine di ognuno di noi. È importante cercare di non paragonare i risultati e i tempi attuali con quelli di un anno fa. Nel giro di poche settimane potremo recuperare il tempo perso.
  1. Divertirsi. In palestra la motivazione è più alta. Ecco perché si può sfruttare questo momento per focalizzarci su nuovi obiettivi, sempre raggiungibili nel breve e medio termine facendosi aiutare anche da personal trainer e provando nuovi strumenti, tecniche e livelli di intensità muscolare.