09/04/2019

Nuoto: 5 ottimi motivi per allenarsi in piscina (e non solo)

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 09/04/2019

Fa dimagrire, aumenta l'autostima, contrasta l'insonnia ma anche l'asma e soprattutto è divertente: Giacomo Carini, giovane detentore del record italiano nei 200 farfalla, ci spiega i vantaggi psicofisici di questo sport

Nuoto: 6 ragioni

Ha 21 anni ed è il detentore del record italiano nei 200 farfalla. Giacomo Carini, atleta piacentino del team MP Micheal Phelps, è uno che ama il suo sport e lo pratica con grinta e determinazione.

Ci ha elencato quelle che, a suo parere, sono le 6 motivazioni-top per decidere di tuffarsi in piscina e cominciare a nuotare. Anche (e soprattutto) a livello amatoriale, perché il nuoto regala grandi benefici psicofisici a tutti.

Perché nuotare fa bene

  1. Il nuoto è uno sport aerobico che migliora le performance del cuore ed è garante della salute dell’apparato cardiocircolatorio e di quello respiratorio. Gli studi dimostrano che regolarizza il numero dei battiti, riequilibra la pressione sanguigna, può essere d’aiuto addirittura per contrastare l’asma. Inoltre incrementa la cosiddetta “capacità massima di ossigeno”, che è un indicatore del livello di allenamento, perché esprime il volume di ossigeno utilizzato per sostenere un determinato sforzo fisico: quanto più l’organismo è in grado di produrre energia per affrontare un’attività motoria, tanto più è in buona forma.
  2. Fra i vantaggi fisici (con risvolti estetici) della pratica abituale ci sono il miglioramento del tono e dell’elasticità muscolare, l’aumento della mobilità articolare, il bilanciamento della postura. Ma anche la perdita di peso: in acqua si bruciano 400-500 calorie all’ora e nuotare è una delle attività più indicate per combattere l’obesità.
  3. Mentre si nuota l’organismo produce endorfine, sostanze che danno una sensazione di benessere, riducono lo stress, contrastano ansia e depressione. Ma non è tutto: è provato scientificamente che andare in piscina più di due volte alla settimana riduce l’insonnia e aiuta a riposare meglio. Senza contare il fatto che mentre si nuota la mente è concentrata sul gesto tecnico e viene distratta da pensieri e preoccupazioni, con un effetto relax molto apprezzabile.
  4. Nuotare aumenta l’autostima, perché ha efficacia per la forma fisica, ci fa sentire più belle e ci regala sicurezza. In un circolo virtuoso, incrementa anche la determinazione e la motivazione a continuare gli allenamenti, a tutto vantaggio della salute generale (oltre che dell’estetica).
  5. Se tutto questo ancora non vi basta, andate a nuotare perché è divertente, sia che vi piaccia farlo da sole, isolandovi, sia che amiate sfidarvi in compagnia.