02/07/2019

Nuoto per aumentare la resistenza

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 24/08/2019

Allenate il vostro cuore e la capacità polmonare con qualche allenamento in piscina. Nuotare, anche una volta ogni tanto, è uno sport utilissimo per “fare fiato”

nuoto resistenza

Se volete migliorare la vostra resistenza allo sforzo  con un’attività fitness efficace e divertente, la soluzione più semplice è scendere in vasca e nuotare. Anche se andate in piscina meno di una volta alla settimana, con un planning di esercizi adeguato potete incrementare gradualmente le prestazioni del cuore e dei polmoni.

Basta che abbiate dimestichezza con l’acqua: anche se non siete particolarmente allenate, il programma di lavoro è studiato per guidarvi verso costanti miglioramenti.

L’obiettivo da raggiungere è coprire a nuoto una distanza di 700 metri a ogni seduta. Non temete, non si tratta di un traguardo irraggiungibile.

La tabella di marcia

Ecco la tabella di marcia messa a punto dai coach Speedo. Iniziate il training con un riscaldamento, in cui mantenete il ritmo che più vi risulta congeniale. Percorrete 50 metri a stile libero e 2 x 50 metri a dorso.

Passate poi alla fase centrale del workout, quella più propriamente allenante (400 metri complessivi). Nuotate per 4 x 50 metri spingendovi solo a forza di gambe, per rinforzare la muscolatura della parte inferiore del corpo. Appoggiate le mani su una tavoletta galleggiante e pinneggiate, come nello stile libero. Poi coprite 2 x 50 metri a rana, cercando di aumentare la velocità di esecuzione nel secondo blocco. Infine nuotate per 2 x 50 metri a stile libero, cercando ancora di incrementare il ritmo nella seconda frazione.

Il cool down, con cui dovete concludere l’allenamento, è suddiviso in due fasi: prima nuotate per 2 x 50 metri a dorso, poi per 50 metri a stile libero. In entrambe le frazioni, decelerate progressivamente e fate in modo che il ritmo respiratorio e quello cardiaco rallentino.