09/06/2021

Gym in coppia: due esercizi per tonificare pettorali, spalle e braccia

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il 09/06/2021 Aggiornato il 09/06/2021

Un allenamento eseguito in due può offrire idee e combinazioni di movimenti inconsuete ed efficaci, con cui modellare tutto l'upper body

gym in coppia- spalle e braccia

Ci sono almeno tre buone ragioni per trasformare le sedute di ginnastica fai-da-te, a casa o outdoor, in un lavoro in coppia, in compagnia del partner o di un’amica. Ci si diverte di più, perché la presenza di un’altra persona dà il sapore dello svago a un appuntamento che al contrario, quando si è da sole, rischia di diventare noioso. Si è più motivate, perché il confronto continuo con il compagno di training rappresenta uno stimolo a migliorarsi e a non cedere al primo segnale di stanchezza.

E in più il lavoro risulta più efficace, perché ci si supporta a vicenda durante l’esecuzione.

Un allenamento inconsueto e divertente

Viviana Ghizzardi, movement consultant e presidente dell’Associazione Moov-it onlus, ci insegna due esercizi per far lavorare in due i muscoli dell’upper body, spesso trascurati da noi donne. L’obiettivo è dare tono e definizione ai pettorali, alle spalle e ai tricipiti (che tendono a rilassarsi con grande facilità), sfruttando posizioni e combinazioni di movimenti un po’ inconsuete. E quindi più accattivanti.

2 esercizi per l’upper body

Ecco due idee per modellare braccia e spalle. Per facilitare la comprensione dei ruoli, l’esperta chiama A e B i due componenti della coppia.

Potenziamento dei pettorali e delle spalle (focus sul deltoide posteriore)

A e B sono seduti su due sedie, poste una di fronte all’altra, molto vicine. Entrambi portano le braccia a candeliere e le chiudono davanti al viso, avvicinando i gomiti e gli avambracci. Poi, mantenendo questa posizione, inclinano leggermente il busto in avanti, in modo che gli avambracci di A vadano a collocarsi all’interno di quelli di B. Mentre A cerca di riaprire le braccia, per riportarle alla posizione a candeliere, viene contrastato dal movimento opposto di B, che cerca invece di avvicinare gli avambracci davanti a sé. Si rimane in tensione 10 secondi, poi si invertono i ruoli. Il tutto si esegue per 2-3 serie da 8 ripetizioni.

Tonificazione dei tricipiti

A è sdraiato a terra, supino, con le mani chiuse a pugno e le braccia piegate in modo da appoggiare le mani al suolo ai lati delle orecchie. I gomiti sono sollevati e rivolti verso il soffitto. B è in ginocchio dietro alla testa di A e appoggia le mani ai polsi del partner. A cerca di estendere le braccia, mentre B oppone resistenza e contrasta il movimento. A rimane in tensione 10 secondi, poi si rilassa, ed esegue 2-3 serie da 8 ripetizioni. Il tutto viene poi ripetuto a ruoli invertiti.