15/04/2018

Mountain bike, 4 motivi per sceglierla

Spesso guardata con un po' di diffidenza dalle donne, è una due-ruote che assicura grandi benefici fitness: rassoda, fa dimagrire, assicura un allenamento completo. Ed è adatta a tutte, non solo alle più allenate
Canyon

I weekend primaverili sono un’occasione per brevi fughe dalla città e le località turistiche di montagna sono una meta particolarmente amata dagli sportivi. Molti le scelgono per dedicarsi alle passeggiate e al trekking, ma sono sempre più numerosi gli appassionati di mountain bike che si mettono alla prova lungo i sentieri e i percorsi sterrati fra i boschi. E le donne sono in aumento.

Se si usa la MTB su terreni misti o lungo itinerari “free-ride” (sterrati, terreno privo di sentiero, tragitti acciottolati) serve un po’ di perizia tecnica, ma la si acquista con l’esperienza.

Tonificante, divertente. E aiuta a dimagrire

La fitness consultant Viviana Ghizzardi elenca 4 buone ragioni per salire in sella a questa due-ruote, robusta e massiccia, pensata per arrampicarsi anche su percorsi in forte salita o accidentati.

  1. Va bene per tutti. Non occorre avere gambe da atlete olimpiche per provarla: il cambio a più rapporti permette a chiunque abbia un minimo di allenamento di variare l’intensità della pedalata in funzione delle caratteristiche del terreno. Non abbiate timore dei sentieri sconnessi: le ruote solide e scolpite fanno presa anche su fondo sdrucciolevole o accidentato.
  2. L’allenamento è completo. La peculiarità della mountain bike è il suo carattere decisamente sportivo. Il suo utilizzo comporta quindi un training a volte anche intenso, ma comunque sempre efficace sia dal punto di vista muscolare che cardiovascolare: non a caso, per le sue potenzialità allenanti, viene spesso usata per la preparazione fisica degli atleti.
  3. Aiuta il dimagrimento. I benefici estetici sono evidentissimi, perché il fisico si “asciuga”, grazie a un consumo calorico molto maggiore rispetto a quello che si raggiunge in sella a una city bike.
  4. Rassoda le zone critiche. Dal punto di vista muscolare, l’esercizio è il più completo che una bicicletta possa offrire: non solo modella e definisce le gambe e i glutei, ma regala tono anche all’addome. Infatti gli addominali, insieme ai lombari, servono al mantenimento della giusta postura, alla stabilizzazione del corpo e al controllo della bike e in salita (ma soprattutto in discesa, specie nel fuoristrada), lavorano e si rinforzano al meglio.