14/05/2019

Occhiali sportivi? Mai senza

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 14/05/2019

Ogni disciplina outdoor ha occhiali pensati per proteggere dai raggi UV, ma anche per migliorare la visione durante la pratica. Nel massimo comfort

TREK

Tutti sappiamo che gli occhi vanno protetti dai raggi UV, ma pare che siamo in pochi a farlo: lo attesta Zeiss, che ha diffuso due studi preoccupanti. Uno, condotto dall’associazione americana The Vision Council, rivela che solo il 21% delle persone indossa occhiali filtranti quando si espone al sole. L’altro, dell’Università di Liverpool, documenta che una piccola percentuale di consumatori, benché informati sui rischi causati dall’irradiazione UV non schermata, ha deciso di proteggere gli occhi in modo corretto.

I raggi UV provocano cheratiti, cioè infiammazioni della cornea, e predispongono alla cataratta, ma sono anche causa di fotoinvecchiamento dell’area perioculare, con un’insorgenza maggiore di rughe.

Con filtri UV

L’estate è il momento in cui è indispensabile indossare occhiali filtranti, tanto più durante le attività sportive outdoor, che spesso si svolgono al mare o in alta montagna, cioè in situazioni in cui ai raggi diretti si sommano quelli riflessi (dall’acqua) o comunque l’irradiazione è maggiore e quindi il rischio per gli occhi aumenta. Ogni sport ha i suoi occhiali ad hoc: non solo per la scelta mirata delle lenti, che oltre alla protezione UV offrono riparo dall’aria, maggiore ampiezza della visuale e definizione delle immagini, ma anche per la foggia, che garantisce l’aderenza e la stabilità giuste durante il movimento.

Ecco le proposte di tendenza per l’estate 2019