Mindful running, corri in modo consapevole

Emanuela Bruno
A cura di
Pubblicato il Aggiornato il 10/11/2017
Solo così aumenti la tua motivazione, riduci lo stress, impari a superare gli ostacoli. E ai vantaggi estetici della corsa puoi sommare quelli psicologici
BROOKS

La corsa è un toccasana per mantenersi in buona salute e assicura benefici estetici importanti (specie dalla vita in giù): per questo è scelta sempre più spesso dalle donne come attività fitness abituale. Ma all’efficacia sul fisico unisce anche importanti vantaggi psicologici, che non dipendono solo dalla produzione di endorfine, sostanze che l’organismo rilascia durante l’attività motoria e che influiscono positivamente sul tono dell’umore: anche imparare a correre con l’atteggiamento mentale giusto accresce il benessere che se ne ricava. Il segreto si chiama “mindful running”.

Il mindful running unisce fitness e meditazione, movimento e psicologia, facendo lavorare in sinergia perfetta il corpo e la mente (anche quando sono sotto stress) nella ricerca dell’armonia e dell’equilibrio.

Concentrati sul qui e ora

Il dottor Andrea Colombo, ex atleta, psicologo, mental coach e promotore del mindful running, spiega cosa significa correre “con consapevolezza” (mindfulness).
Il gesto stesso della corsa può influire positivamente sulla nostra mente perché, con un opportuno training, ci abitua a governare e a disciplinare la mente, con grandi vantaggi sull’equilibrio psicoemotivo. Occorre imparare gradualmente a fermare la propria mente su ciò che si sta facendo. Bando alla musica in cuffia e all’abitudine di fare jogging lasciando vagare i pensieri in modo disordinato: bisogna evitare di distrarsi e diventare consapevoli di ciò che accade “qui e ora”.

Risultati migliori, senza stress

Gli esercizi per riuscirci sono di facile approccio per tutti: prima si impara a concentrarsi sul corpo che si muove e sulle sensazioni che dà (appoggio a terra, contrazione e decontrazioni dei muscoli), poi si porta l’attenzione sul respiro, lasciandolo fluire completo e ampio, infine si sposta l’attenzione sull’ambiente esterno (sulla natura, sui suoni, sul rumore dei passi dei compagni di allenamento). I vantaggi?

  1. Capacità di superare gli ostacoli, perché si impara a convivere con le proprie percezioni ed emozioni e ad accettarle. Incluso il batticuore (tipico dei momenti di ansia) e la fatica, che ci si abitua a gestire senza che appaiano scogli insormontabili.
  2. Accrescimento della motivazione, perché si diventa capaci di focalizzarsi sull’obiettivo da raggiungere anziché sull’impegno che occorre per raggiungerlo.
  3. Effetti antistress, perché abituarsi a fermare il pensiero “fuori di sé”, su qualcosa di diverso dalla fonte stessa delle proprie ansie, serve a relativizzare i problemi, a staccarsi dal proprio ego, a prendere le distanze dalla situazione che ci preoccupa e a ridurre il disagio.

Per imparare a correre con consapevolezza, ci si rivolge a un trainer specializzato in questa metodologia: per informazioni www.mindfulrunning.it

Ecco le novità autunnali nel mondo delle scarpe da running