27/04/2020

Pilates: schiena in forma sulla Big barrel

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il 27/04/2020 Aggiornato il 27/04/2020

Ricorda gli esercizi delle ballerine alla sbarra, ma è una sequenza di allungamento completo da effettuare sulla Big barrel del Pilates, ideale per allentare le tensioni e riequilibrare la postura

Pilates - big barrel- schiena

Vi sentite rigide, la schiena è indolenzita, percepite tensioni localizzate nella zona dorsale o in quella lombare? Non è affatto raro, la vita sedentaria e le posture scorrette sono nemiche dell’equilibrio del nostro assetto e lo mettono a dura prova. Ma c’è il modo di “stirarsi” e di allungare adeguatamente i muscoli con esercizi ad hoc. Nel Pilates ce n’è uno perfetto in questi casi, che si chiama Ballet stretch front e che si esegue sulla Big barrel, un attrezzo composto da un elemento a semicilindro e da una scaletta a pioli: entrambi vengono sfruttati come appoggio, per mantenere l’assetto corporeo bilanciato e corretto durante l’esecuzione

Come si esegue

Anna Maria Cova, fisioterapista e fondatrice della CovaTech Pilates School, ci spiega come si effettua e perché è tanto efficace. Posizionatevi dentro alla struttura della Big barrel, con la schiena contro la scaletta e una gamba sollevata, appoggiata al semicilindro che si trova davanti a voi. La gamba di appoggio al suolo è tesa, con il piede extraruotato. L’esercizio può essere effettuato con due livelli di difficoltà: il primo ha come focus l’allungamento della catena cinetica posteriore, il secondo aggiunge uno stretching efficace anche per la catena muscolare anteriore.

Nel livello base flettete il busto in avanti, espirando, finché la testa sfiora il ginocchio e mantenete la posiziona alcuni secondi, respirando liberamente. Poi tornate alla posizione di partenza, inspirando, e ripetete il movimento 3-5 volte. Invertite la posizione delle gambe e ricominciate la sequenza.

Nel livello più avanzato, quando risalite dopo la flessione, continuate il movimento all’indietro, estendendo al massimo il busto. Tornate alla posizione di partenza e ripetete 3-5 volte per parte

La versione a corpo libero

I benefici di allungamento del Ballet stretch si possono ottenere anche a casa, in totale autonomia, con due tenute alla portata di tutte, che non richiedono l’uso di attrezzi. Per allungare la catena cinetica anteriore, potete stare in piedi o inginocchiate a terra, con le mani a dita incrociate dietro al corpo. Inspirate, poi espirando sollevate le braccia verso il soffitto (senza staccare le mani l’una dall’altra), aprite il petto e guardate in alto, inclinando la testa all’indietro.

L’inarcatura del corpo deve essere commisurata alle vostre possibilità, non forzatela.

Rimanete per 5 respirazioni complete in posizione di massima tensione, poi passate all’allungamento della catena cinetica posteriore: in piedi, mantenete le braccia dietro al busto con le mani incrociate. Espirando flettete il busto sulle ginocchia, portando le braccia verso l’alto, e rimanete per 5 respirazioni complete.