27/10/2015

Pilates: rolling like a ball per il mal di schiena

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 27/10/2015

Il rolling like a Ball è un esercizio del Pilates che funziona come un efficace automassaggio per rilassare e mobilizzare la colonna vertebrale. Aiuta anche a tonificare gli addominali

apertura RED!

Posture scorrette, sforzi, tensioni muscolari causate dallo stress… Il risultato è un gran mal di schiena. Per ritrovare il benessere non c’è niente di più appropriato di un esercizio del Pilates chiamato Rolling like a ball (“Rotolare come una palla”), che permette di eseguire un efficace automassaggio. Rotolare sul dorso più e più volte ha una forte azione antitensioni ed è utile per mobilizzare l’intera colonna vertebrale.

Scioglie le contratture, tonifica gli addominali

A questo effetto “di benessere” si sommano anche dei benefici fitness. Ad esempio gli addominali sono sollecitati in modo intenso e si tonificano perché, come in tutti gli esercizi del Pilates, la cosiddetta Powerhouse (cioè la zona centrale del corpo, quella che gli americani chiamano “core”) è costantemente attiva.

Come si esegue

Anna Maria Cova, fisioterapista e fondatrice della Cova Tech Pilates School, spiega come eseguirlo correttamente e trarne il massimo beneficio.
Sedute, ginocchia flesse, piedi staccati da terra e mani appoggiate sulle caviglie, come se voleste abbracciare le gambe. La testa è piegata in avanti, con il mento vicino al petto e la fronte vicina alle ginocchia. Mantenendo questa posizione raccolta e inspirando, lasciatevi cadere all’indietro. Dondolando sul dorso, staccate dal suolo prima il bacino, poi una parte della schiena. Cercate di arrivare ad appoggiare a terra solo la parte del dorso al di sopra delle scapole. Poi, espirando e “rotolando” in direzione opposta, riportatevi alla posizione iniziale.

Gli errori più comuni

Non avvicinate le spalle alle orecchie, perché provochereste una inutile (e dolorosa) contrazione del trapezio (il muscolo che si trova ai lati del collo).
Non “datevi la spinta” per riportarvi in posizione seduta. Anche la fase di ritorno del rotolamento deve essere lenta e controllata.

Keep calm

Per tutta la durata del movimento è importante mantenere una posizione “compatta”: non buttate la testa all’indietro, non allontanate i talloni dai glutei e non rilassate gli addominali mentre “rotolate”. I principianti tendono eseguire solo la prima parte del rotolamento, per poi lasciarsi “cadere” appoggiando al suolo la schiena e le spalle. In questo modo, però, bloccano il dondolio e rendono più difficile il ritorno.