19/09/2019

GAG: il nuovo programma sullo skateboard

Emanuela Bruno
A cura di Emanuela Bruno
Pubblicato il Aggiornato il 10/10/2019

La tavola con le ruote può essere una compagna di fitness molto efficace, perché combina lavoro aerobico e tonificazione muscolare dalla vita in giù

GAG skateboard

Anche gli atleti che si sfidano in gare fatte di salti, avvitamenti, velocità ed evoluzioni acrobatiche giurano che lo skateboard è un compagno di fitness adatto a tutte.

L’importante è imparare prima di tutto a stare in equilibrio, a girare, a spingersi, a curvare bene: lo si può fare da sole, per strada, ma esistono anche molti skate park, luoghi chiusi e destinati alla pratica, dove non mancano scuole e corsi specifici.

Una volta pratiche dell’attrezzo, potete usarlo abitualmente per tenervi in forma: il personal trainer Davide Tumiotto spiega che unisce lavoro aerobico ed esercizio di tonificazione, perché anche l’andatura-base coinvolge i glutei (nelle spinte), i muscoli delle gambe (per i continui piegamenti sulle ginocchia) e gli addominali (per mantenere stabilità ed equilibrio). Ecco un programma di allenamento GAG, perfetto per la bella stagione.

Il lavoro con lo skateboard permette di migliorare gradualmente tutte le principali qualità motorie: dalla forza muscolare alla resistenza, dalla coordinazione alla destrezza, dall’equilibrio alla velocità

Allenatevi così

Pattinate sullo skate per 20-30 minuti senza pause, a ritmo medio-blando e alternando più volte le gambe, in modo che alla fine ciascuna abbia lavorato sia in appoggio sulla tavola, sia in spinta sul terreno. Questo serve come riscaldamento attivo e come lavoro bruciagrassi e può includere curve ed evoluzioni a piacimento, secondo il vostro livello tecnico. Poi effettuate 3 esercizi mirati.

  1. Posizionatevi a un’estremità dello skateboard, con un piede sopra alla tavola e l’altro a terra. Le gambe sono divaricate, le punte dei piedi aperte. Eseguite dei piegamenti sulle gambe: a ogni discesa lo skate si sposta leggermente sulle ruote, allontanandosi dal piede appoggiato al suolo, mentre durante ogni salita viene “richiamato” alla posizione iniziale. Il lavoro tonifica l’interno coscia. Effettuate 3-4 serie da 10 ripetizioni per gamba.
  2. Sopra allo skate, ferme, staccate un piede dalla tavola e rimanete in equilibrio solo sull’altra gamba per 10 secondi, piegando la gamba di appoggio il più possibile (se siete allenate, dovreste portare la coscia parallela al suolo). Ripetete la tenuta in equilibrio, sempre per 10 secondi, estendendo davanti a voi la gamba che avete staccato dallo skate, poi ancora sollevandola tesa di lato. Non conta l’altezza a cui la gamba sale, ma riuscire a stabilizzare il corpo. Ripetete il tutto invertendo la posizione delle gambe.
  3. Inginocchiate a terra dietro alla coda dello skate, mani appoggiate sulla tavola al centro dei due lati lunghi. Contraendo la muscolatura addominale (per impedire alla schiena di inarcarsi verso il basso), fare scivolare l’attrezzo in avanti sulle ruote, il più possibile, per poi “richiamarlo” all’indietro. Effettuate 3-4 serie da 6 ripetizioni.